I 50 anni del più grande viaggiatore italiano del Novecento

I 50 ANNI DEL PIÙ GRANDE VIAGGIATORE ITALIANO DEL NOVECENTO

Domani, mercoledì 20 dicembre, alle ore 21, il Cineclub Detour festeggia a Roma il mezzo secolo di Corto Maltese, il popolare personaggio creato da Hugo Pratt con un evento speciale: il ritratto d’autore dedicato da Nino Bizzarri al celebre cartoonist veneziano, “L’uomo senza fissa dimora” (Rai International, 2008). inedito in Italia, a suo tempo candidato all’Emmy Award.

In apertura di serata, Nino Bizzarri dialogherà con Ugo G. Caruso, storico del cinema e fumettologo, già curatore nel 2008 di una mostra, “Il disegno del mondo”, ospitata dal Palazzo delle Esposizioni di Roma, in cui una sezione era dedicata per l’appunto ad Hugo Pratt.L’UOMO SENZA DIMORA
sceneggiatura e regia
Nino Bizzarri

Produzione Carlo Porcarelli per Rai International
Durata 59’
Testi e regia: Nino Bizzarri Fotografia: Fausto Raccanello Suono: Andrea Garbin
Montaggio: Giorgio Guido
Con la partecipazione di: Hugo Pratt, Silvina Pratt, Lele Vianello,
Nino Vascon, Giorgio Bellavitis, Alberto Ongaro, Guido Fuga
Musiche: Rodrigo Leào; Anouar Brahem/John Surman; Relf/Nelson; Alexander Balanescu;
Hector Zazou
Colore b/n

NOTA DI REGIA

Chi non conosce le storie di un marinaio iniziato, dandy e solitario, generoso, spavaldo e imperscrutabile, gli occhi trasognati del gentiluomo di fortuna, l’uomo interamente umano, di nome Corto Maltese?
Ora — una legge non scritta vuole che dietro un personaggio così amato ammirato e splendente, si nasconda un uomo di taglia modesta, di gran lunga inferiore alla propria creatura.
Non è il caso di Corto Maltese, il cui creatore, Hugo Pratt, è a sua volta una rivelazione. Maestro di avventura, incantatore vagabondo, moderno cavaliere errante, ha dispiegato la sua stupefacente esistenza tra Venezia e il resto del mondo senza avere nulla da invidiare alla leggenda del suo eroe disegnato.