Addio ad Adele Cambria, pioniera del giornalismo al femminile

Advertising

E’ morta Adele Cambria, scrittrice, attrice, autrice di teatro e tv, storica figura del femminismo italiano, pioniera del giornalismo al femminile insieme a Camilla Cederna e Oriana Fallaci.

Cambria, nata a Reggio Calabria il 12 luglio 1931, si è spenta oggi a Roma dopo una lunga malattia. Laureata in giurisprudenza all’Università di Messina, nel 1956 si trasferì a Roma dove si avvicinò al giornalismo, fra le tante testate cui ha collaborato vi sono ‘Il Giorno’, ‘Il Mondo’,’Paese Sera’, ‘La Stampa’, ‘Il Messaggero’, ‘L’Espresso’, ‘L’Europeo’, ‘L’Unità’. E stata fra le fondatrici del Teatro La Maddalena di Roma ed autrice di testi teatrali oltre che letterari.

Amica personale di Pier Paolo Pasolini, ha lavorato in alcuni suoi film, fra i quali ‘Accattone’, ‘Comizi d’amore’ e ‘Teorema’.

Fu vicina alla sinistra progressista e al Partito radicale di Marco Pannella ed e’ stata fin dagli albori una sostenitrice del movimento femminista. Negli anni Settanta fu direttrice della rivista “Effe”, il primo magazine del movimento femminista. Nel 1971 incontro’ Adriano Sofri e firmo’ il quotidiano “Lotta continua”, per cui sara’ processata dopo l’omicidio di Luigi Calabresi con l’imputazione di apologia di reato.

adele cambria