Affissioni abusive: il Commissario dispone controlli più severi

Advertising

Affissioni abusive: il Commissario straordinario ha disposto controlli più severi.
Da venerdì scorso intensificata l’attività della Polizia Municipale

Il Commissario straordinario del Comune di Cosenza, Prefetto Dott. Angelo Carbone, ha disposto una intensificazione dell’attività di controllo, demandata alla Polizia Municipale, finalizzata a far rispettare il divieto di affissione dei materiali di propaganda elettorale al di fuori degli appositi spazi a ciò destinati, secondo le norme contenute nella legge n.130 del 1975, modificativa della legge n.212 del 1956.
L’attività di controllo della Polizia Municipale è stata intensificata
dal Comandante Gianpiero Scaramuzzo a partire da venerdì scorso.
L’intervento dei vigili urbani sta avvenendo su un doppio turno, sia la
mattina che il pomeriggio.
La Polizia Municipale, con il coordinamento del Comandante Scaramuzzo e l’ausilio di personale comunale, sta provvedendo a defiggere o a coprire i manifesti affissi fuori dagli spazi consentiti. In questa prima fase, l’attività di controllo, estesa su tutto il territorio cittadino, ha riguardato, in particolare, il centro città, ma anche i quartieri più  periferici.

Diversi gli abusi rilevati che saranno sanzionati con multe che vanno da un minimo di 103 euro ad un massimo di 1032 euro.
Nel corso dei controlli sono stati anche sequestrati diversi cavalletti
mobili, utilizzati per le affissioni.
Le zone della città dove sono stati effettuati i controlli della Polizia
Municipale sono: Viale Mancini, Viale della Repubblica, la Sopraelevata, Piazza Mancini e immediate vicinanze del Centro commerciale “I Due fiumi”, via Popilia, via Rodotà, via Simonetta e via Vittorio Veneto.
Nei prossimi giorni l’attività di controllo sarà ulteriormente
intensificata.
Controlli sono stati effettuati dalla Polizia Municipale anche
sull’attività di volantinaggio.