Allievi Regionali, Real Cosenza-Marca 2-1

Advertising

Cinque su cinque. Continua il cammino trionfale del Real Cosenza, capolista nel girone A degli Allievi Regionali con la vittoria casalinga sul Marca per 2-1 nel recupero della quinta giornata giocato ieri sul campo del Real.

In evidenza Aceto, Caligiuri e Curcio tra i padroni di casa, tra gli ospiti Gagliardi e Viapiana. Una partita maschia e senza esclusione di colpi, con due espulsi a simboleggiare la voglia di vincere di entrambe le squadre.

Si preannunciava una partita interessante, con il Real Cosenza a punteggio pieno dopo 4 giornate chiamato a confermare i pronostici contro un avversario difficile, il Marca staccato sì di 7 punti ma ancora imbattuto.

Da subito il Real Cosenza di mister De Donato attacca la partita con il tridente, con Principe e De Luca ai lati di Aceto, mentre il Marca di mister Carbone prova a ripartire sugli esterni cercando Musciacchio e Viapiana in area.

L’atteggiamento offensivo dei padroni di casa paga a metà primo tempo, quando Aceto in area trova la zampata giusta in mischia in area sugli sviluppi di un corner. 1-0.

Il Marca sale di tono e crea un paio di occasioni, finché al 28′ l’arbitro vede un tocco di mano ravvicinato nell’ area del Real Cosenza e fischia il rigore: sul dischetto va Gagliardi che col mancino la manda a fil di palo, inarrivabile per Gallo. 1-1.

Il gioco si fa più duro, le squadre lottano a centrocampo e provano a sfondare in contropiede; nel recupero del primo tempo è Aceto a scappare alla difesa avversaria, va giù in area sul contatto con Longo e l’arbitro fischia di nuovo, rigore ed espulsione del difensore del Marca, Longo: Caligiuri cerca l’angolo alto ma la manda sopra la traversa.

All’intervallo sul pari, e con il Marca in 10, le squadre iniziano a modificarsi con i cambi all’inizio della ripresa: nel Real Cosenza entra Curcio in attacco, il Marca punta sulla rapidità di Mosciaro.

La squadra del presidente Perri attacca e rimane aggressiva a centrocampo con Caligiuri che sale di tono davanti alla difesa dopo l’errore dal dischetto; il Marca, pur soffrendo l’inferiorità numerica e il gioco fisico degli avversari, rimane in partita reggendo l’urto con una buona difesa e tentando anche di colpire in contropiede.

Gagliardi sfiora il vantaggio per gli ospiti con una splendida punizione da 30 metri che si stampa sulla traversa; 2 minuti dopo, su un calcio di punizione da destra arriva il colpo di testa vincente di Curcio che riporta davanti il Real Cosenza. 2-1.

I tentativi di reazione del Marca sono affidati alle azioni di Viapiana, fermato al 30′ davanti al portiere dall’ottimo intervento di Caligiuri. Negli ultimi minuti anche i padroni di casa rimangono in 10 per il secondo giallo ricevuto da Lico, ma i ragazzi di Carbone non riescono ad approfittarne. 3 punti al Real Cosenza, che continua la sua cavalcata.

Nervosismo a fine gara nei confronti dell’arbitro, reo secondo alcuni di una direzione troppo rigida e “protagonista”, con tanti cartellini estratti, 2 rossi e anche l’allontanamento di un componente della panchina del Marca.

Il Real Cosenza rimane in testa con 15 punti, 3 lunghezze di vantaggio sul Pro Cosenza; il Marca si ferma a metà classifica, con 5 punti e un turno da recuperare.

free kiko