Asilo nido di Zumpano, il M5s vuole vederci chiaro

Advertising

Il nido: un diritto dei bambini e della comunità

Il Meetup Zumpano (http://www.meetup.com/it/Movimento-5-Stelle-Zumpano) informa la cittadinanza sulle azioni intraprese in relazione alle doglianze espresse da alcuni genitori in merito alla gestione del nido d’infanzia comunale di Zumpano cui avrebbero voluto iscrivere i loro figli.

Nello specifico i genitori lamentano la quasi totale mancanza di informazioni sulla sua gestione  ed a seguito di tali doglianze il Meetup ha intrapreso una prima azione “investigativa” da cui si è appreso che l’amministrazione comunale ha ricevuto un primo finanziamento di circa 230.000,00 euro per la ristrutturazione, un secondo di 74.000,00 euro per l’arredo esterno e ne ha richiesto un terzo per l’installazione del fotovoltaico, ma nonostante ciò pare che la struttura non funzioni come dovrebbe o meglio sembrerebbe non funzionare.

Sia chiaro che un nido d’infanzia o è una struttura di eccellenza o, visto che parliamo di bambini di età compresa fra i 3 ed i 36 mesi, sarebbe meglio non esistesse.

Non riusciamo ad avere informazioni sulla Cooperativa che la gestisce, non ci è dato sapere se ha esperienza nel settore. Di certo sappiamo che non si occupa esclusivamente di nidi d’infanzia, visto che di recente è stata incaricata dal responsabile del settore urbanistica del comune di Zumpano della pulizia delle strade e ciò in controtendenza al movimento di opinione nato a livello nazionale, e che a Cosenza ha determinato la nascita in seno ai nidi d’infanzia comunali di un Comitato di genitori con ampi poteri di vigilanza e di intervento così come prevede la nuova normativa in materia, che vuole che i bambini siano affidati a Cooperative specializzate nel settore perché i bambini hanno diritto, sin dalla prima infanzia, ad essere destinatari di un progetto educativo e non semplicemente “parcheggiati” in una casa di “custodia”.

Non conosciamo con esattezza il numero dei dipendenti che si occupano dei bambini, o meglio i genitori dei potenziali utenti riferiscono che, pare, vi sia solo una dipendente in qualità di educatrice e che la stessa dichiari che vi sono iscritti quattro bambini. Capirete che se così fosse vi sarebbe una grave violazione delle leggi sulla sicurezza in quanto non si possono lasciare quattro bambini con una sola persona dal momento che se questa, ad esempio, venisse colpita da malore i bambini rimarrebbero in balìa di se stessi.

Proprio perché le domande cui mancano le risposte sono tante e ricordando che il nido d’infanzia è un diritto dei bambini e della comunità, abbiamo chiesto al nostro Portavoce al Senato Nicola Morra di intervenire per far chiarezza; lo stesso ha nell’immediatezza inviato richiesta di accesso agli atti del Comune di Zumpano, formulando le seguenti richieste:  

  1. bando di gara per gestione nido comunale;
  2. determina di aggiudicazione;
  3. in mancanza di bando eventuali requisiti richiesti per l’affidamento del servizio;
  4. documenti di bilancio che determinino fonti di finanziamento del servizio della gestione del nido comunale;
  5. eventuale accreditamento della struttura;
  6. regolamenti o documenti che diano contezza dei criteri adottati per la compartecipazione delle famiglie.