Asp, adesso Magnelli fa sparire anche i sociologi

Il commissario Scura
Advertising

Tutto si può dire di Fra’ Remigio Magnelli da Varagine tranne che non abbia faccia tosta.
Condannato a 14 mesi in primo grado a luglio per falso, in una brutta vicenda di stabilizzazioni,  non ha perso il vizio di truccare le carte.
Stavolta, però,  c’è un parlamentare di Ncd, Giovanni Bilardi (neanche lui uno stinco di santo ma Remigio lo supera che è una bellezza), che gli ha scoperto il trucco.
Leggete cosa e’stato capace di fare questo signore.
In data 6 novembre 2015, il commissario straordinario Scura firma un decreto per la stabilizzazione del personale precario delle Asp.  Cosenza presenta il suo piano che viene approvato.  Compaiono due dirigenti sociologi nel piano di stabilizzazione.

Cosenza-Asp
21 dicembre 2015, delibera numero 2193 della Asp di Cosenza.  Piano di stabilizzazione.  I due sociologi sono scomparsi.
Perché direte voi?  Semplicemente perché il condannato in primo grado, che doveva essere sospeso da dirigente di unità complessa, non ha interesse ad assumere sociologi.  Che ormai non ce ne stanno più all’Asp cosentina.
Attenzione,  non si tratta di figure marginali.  I sociologi sono quelli che devono rieducare minori, tossicodipendenti, persone disagiate, carcerati in prova.  Trovare loro percorsi di riabilitazione.
Dopo che Isabella Polillo Manna, moglie di Rolando,  imputata per assenteismo, è andata in aspettativa, dopo che altri 4 sociologi sono andati in pensione, non c’è più nessuno.
E Scura che farà?  La Procura di Cosenza si muoverà?  I sindacati che hanno figli stabilizzati tacciono.  Un muro di gomma.  E Fra’ Remigio comanda ancora l’Asp.