Asp, protesta davanti alla sede del Cinghiale: “Spariti svariati milioni di euro”

Advertising

Mattinata di protesta all’Asp di Cosenza, il regno del Cinghiale e dei suoi fedelissimi, tra i quali spicca il capo del personale Remigio Magnelli, una specie di capo pastore che dà le direttive al gregge di sua competenza.

Non abbiamo una grande considerazione dei sindacati, che spesso e volentieri siglano accordi sottobanco e si vendono al miglior offerente ma oggi facciamo un’eccezione.

Mentre scriviamo, davanti alla sede dell’Asp di via Alimena è in corso una manifestazione di protesta di organizzazioni sindacali e dipendenti per richiedere la liquidazione dei residui di pagamenti per la produttività relativi al 2013 e al 2014 e la fascia stipendiale.

Ci dicono che sono spariti svariati milioni di euro, utilizzati senza dare spiegazioni ai sindacati e che magari saranno serviti per gli sporchi affari del Cinghiale e dei suoi fedelissimi.

Seguono aggiornamenti