Autostrada killer: i due incidenti mortali sono avvenuti nello spazio di 300 metri

Advertising

Si apprendono maggiori particolari sui due terribili incidenti, avvenuti ieri sera sull’autostrada Salerno-Reggio, tra gli svincoli di Altilia e San Mango d’Aquino, nello spazio di poco più di 300 metri, che hanno provocato la morte di due persone.

Nel primo incidente, causato da un tamponamento a catena tra diverse auto (una Opel Corsa, una Opel Vectra, una Fiat Panda e una Suzuki) e un camion nei pressi dello svincolo di Altilia, ha perso la vita Rita Ramondino, di 67 anni, originaria di Vibo Valentia, che era a bordo della Opel Corsa. La donna è stata trasferita d’urgenza con l’ambulanza del 118 all’ospedale dell’Annunziata di Cosenza ma non c’è stato nulla da fare. Nel secondo incidente, invece, a pochi metri dallo svincolo di San Mango d’Aquino, è rimasto coinvolto un pullman di linea della ditta Federico, che ha urtato violentemente contro il guard rail probabilmente mentre tentava un sorpasso. Nello scontro è deceduto l’autista del bus, Raffaele Bressi, 59 anni, di Soverato. I vigili del fuoco hanno tentato di estrarlo dalle lamiere ma non c’è stato niente da fare.