Bonaventura Lamacchia agli arresti domiciliari

L'ingegnere Bonaventura Lamacchia
Advertising

I carabinieri della compagnia di Cosenza hanno notificato, nel pomeriggio di oggi, un ordine di custodia cautelare agli arresti domiciliari all’ex deputato Bonaventura Lamacchia, 62 anni. Lamacchia deve scontare due anni, pena definitiva decretata dal Tribunale di Cosenza per il reato di calunnia, risalente al 2006.

Bonaventura Lamacchia e’ stato eletto alla Camera dei deputati nel 1996, con Rinnovamento Italiano, e nel 1999 e’ passato all’Udeur. Per due anni, dal 1993 al 1995, e’ stato presidente del Cosenza calcio.

In passato Lamacchia era stato coinvolto in alcune inchieste tra cui una nel 2002 per bancarotta ed estorsione. Ancora più recentemente era stato condannato in primo grado a 6 mesi nell’ambito dell’Operazione Telesis, dalle cui accuse più gravi era stato scagionato.