Bosco De Nicola, palazzi “impacchettati” e tante discariche

Advertising

Il luogo rimanderebbe ad un paesaggio naturalistico, fatto di spazi verdi e uccellini cinguettanti che sorvolano tra i rami degli alberi. Ma a guardarlo bene il quartiere Bosco De Nicola è più simile ad una selva di palazzi che contornano alcuni spiazzi degradati e dimenticati.

Nel cuore del quartiere, infatti, in alcuni tratti, dominano sporcizia e incuria. Rifiuti di vari generi, erbaccia alta e secca, alberi morti e quello che doveva essere uno spazio per bimbi, delimitato da lamiere e spazzatura. Ciò che resta sono solo i pezzi di un’altalena e di uno scivolo, divenuti ferri vecchi e mancanti nelle parti principali.

Pochi passi più sotto palazzi di nuovissima generazione ancora “impacchettati”. Il contrasto salta subito all’occhio di chi lo attraversa.

D’altronde Bosco De Nicola è nato già come un quartiere di periferia, accanto ai rioni borghesi. E pare esser rimasto tale in alcuni suoi spazi.

I residenti della zona hanno segnalato la discarica a cielo aperto che giornalmente cresce, ma ancora nessun intervento. Speriamo che chi di competenza risolva la situazione il più presto possibile.

Tempo fa si leggeva sul sito del Comune di Cosenza:

“La sensibilità dimostrata ancora una volta dall’Amministrazione Occhiuto e, in particolare, dall’Assessore alla manutenzione Carmine Vizza è un gesto di particolare attenzione nei confronti di un territorio, come quello di Bosco De Nicola, che, a pieno titolo, al pari degli altri quartieri della città, merita costante considerazione. Purtroppo, in passato, non sempre Bosco De Nicola ha goduto di quell’attenzione che oggi ha avuto dalla giunta Occhiuto. Oggi si volta pagina e si rimuovono le dimenticanze del passato.”

IMG_20151111_103145

 

Pare proprio che oggi, Bosco De Nicola, si sia rituffato nel passato e di nuovo ci si sia dimenticati di questo quartiere. Ci auguriamo che stavolta vengano “rimosse le dimenticanze del presente”.

Valentina Mollica