Bravo Sgarbi, ma ora cambia foto per “liberarti”

Advertising

Sgarbi ha colpito ancora. 

C’è poco da fare: è un mercenario, uno che cambia cento casacche al giorno e si vende al miglior offerente, uno che sguazza come un caimano in questo sistema di merda, ma almeno riesce a comunicare.

E quando ci comunica cose che vanno nella direzione opposta del suo sindaco, sì insomma di quello che gli “appoggia” uno stipendio mensile senza che lui faccia nulla, il sorriso ce lo strappa ancora.

Dopo l’attacco all’Alitalia e a quei politici, compresi gli amici di Occhiuto, che l’hanno sempre sovvenzionata, oggi è il turno dell’attacco diretto, “liberatorio” quanto una defecatio, nei confronti di Matteo Renzi. 

renziocchiuto_500E così, mentre il suo “capo” fa i salti mortali per farsi un selfie col premier, uno dei suoi “sottoposti” usa la sua faccia per sedute liberatorie.

Sgarbi, la prossima volta usa questa foto del tuo “capo” con Renzi per avere lo stimolo. Vedrai che andrà ancora meglio!