Bruxelles, i numeri d’emergenza e la testimonianza di Laura Ferrara (M5s)

Un clima spettrale, quello che si sta respirando in queste ore a Bruxelles. La città è totalmente blindata, allerta terrorismo 4 (la massima). Si ritorna a vivere quella paura e disperazione dello scorso novembre. Continuo rumore di sirene della polizia e ambulanze, le strade sono completamente bloccate, tutti i mezzi chiusi, non c’è modo di spostarsi, l’invito è di restare nelle proprie abitazioni o negli hotel dove si alloggia.

bruxellesQueste le ultime notizie che ci giungono direttamente dai nostri connazionali che si trovano ora a Bruxelles. “Le lacrime non riescono ad arrestarsi, il battito cardiaco continuamente accelerato, non si può descrivere quello che stiamo provando”.

La tensione è alta, vi è molta apprensione, le linee sono intasate dalle continue telefonate per accertarsi che i propri cari e amici stiano bene. E’ panico totale, allarme nelle strutture ospedaliere che devono far fronte all’emergenza, da poco è arrivata anche la richiesta di donatori di sangue da parte della Clinique Universitaire Saint Luc.

Sale il numero dei morti e dei feriti; è facile in questo momento cedere alla rabbia, ma la disperazione è il sentimento che la fa da padrone. Ancora dolore, ancora vittime innocenti e la paura regna totale.

L’europarlamentare Laura Ferrara (M5S) direttamente da Bruxelles esprime, così, la sua vicinanza alle famiglie delle vittime:

“Esprimo massima solidarietà alle famiglie delle vittime dell’attentato che questa mattina ha colpito Bruxelles. Le ultime agenzie parlano di due esplosioni all’aeroporto e di esplosioni alle fermate di metropolitane vicine alle Istituzioni europee. È presto per diffondere notizie certe, ma la situazione è sicuramente drammatica. Si parla di matrice terroristica.

Ringrazio quanti mi hanno contattato per sincerarsi che io stessi bene. Il Movimento 5 Stelle è vicino alle famiglie delle vittime e chiediamo ai mezzi d’informazione di far circolare i numeri di emergenza utili (0032027537300 è il numero che le autorità belghe hanno messo a disposizione per chiedere informazione su amici e parenti che si sarebbero dovuti trovare nell’area aeroportuale). Abbiamo verificato che l’intero team del Movimento 5 Stelle al Parlamento europeo è al sicuro (deputati, assistenti, policy advisor, funzionari, staff della comunicazione) e siamo in costante collegamento con tutti gli altri gruppi politici.”