Calcioscommesse, chiesti 3 punti di penalizzazione per il Catanzaro

Ultrà Cosenza al Ceravolo di Catanzaro nel 1989
Advertising

Tre punti di penalizzazione e 30mila euro di ammenda per il Catanzaro e -2 punti e 25mila euro di multa per la Vigor Lamezia.

È questa la richiesta di pena avanzata dalla Procura della Federcalcio davanti al Tribunale federale nazionale, sezione disciplinare, riunito all’Hotel Nh Vittorio Veneto di Roma per il processo sportivo sul calcioscommesse relativo al secondo filone dell’inchiesta “Dirty Soccer” avviata dalla Procura di Catanzaro.
Le penalizzazioni riguardano altre squadre di Serie B e Lega Pro.

Tutte le eventuali penalizzazioni saranno scontate negli attuali campionati.

Ecco le altre richieste: Livorno (serie B): 1 punto di penalizzazione; L’Aquila (Lega Pro): 32 punti di penalizzazione e 205mila euro di ammenda; Pro Patria (Lega Pro): 20 punti di penalizzazione; Santarcangelo (Lega Pro): 12 punti di penalizzazione e 135mila euro di ammenda; Akragas (Lega Pro): 4 punti di penalizzazione e 4.700mila euro di ammenda; Savona (Lega Pro): 3 punti di penalizzazione e 30mila euro di ammenda; Juve Stabia (Lega Pro): 3 punti di penalizzazione; Tuttocuoio (Lega Pro): 3 punti di penalizzazione.