Capo Vaticano, stasera si chiude “Estate a casa Berto”

Advertising

Capo Vaticano: si chiude stasera la terza edizione di “Estate a casa Berto”, nelle parole dello scrittore Danilo Chirico la sintesi della iniziativa: “A casa di Giuseppe Berto si respira un’aria meravigliosa, questo luogo è una speranza per la Calabria tutta ed è questo il modo corretto di fare cultura da queste parti”

Stasera si chiude con Pietrangelo Buttafuoco , il concerto di Massimo Garritano e la proiezione de “l’attesa” alla presenza del regista Piero Messina.

“Premio del Capo” a Fabio Mollo.

Qualità, mix di personaggi e sottili incroci di culture. “Estate a casa Berto” si è segnalata, quest’anno, alla fine della sua terza edizione, come una vera e propria novità nell’ambito del panorama delle iniziative culturali estive in Calabria. Successo personale di Paolo Mieli, incantatore di folle; Antonio Padellaro ha dialogato con il pubblico attentissimo. Fabio Mollo, regista di punta nato a Reggio Calabria , ha dato alla rassegna cinema di “estate a casa Berto” un tono di cineforum d’altri tempi, con dibattiti a seguire sino a notte alta, tra lui, i registi e gli sceneggiatori dei film presentati. Musica doc, performance di attrici di estrema qualità  quali Iaia Forte e in generale una atmosfera che ha incantato turisti e pubblico locale.

Estate a casa Berto chiude oggi con Pietrangelo Buttafuoco alle prese con la presentazione del suo ultimo libro con l’intrigante titolo “l’astuzia del bello”  alle 20,00 anticipato da musiche californiane e arie anni ’70 di Massimo Garritano. Infine chiude la rassegna cinema con la proiezione del film “L’attesa” intensa opera di Piero Messina con Juliette Binoche.

Stasera, infine, verrà assegnato il “Premio del Capo” a Fabio Mollo dopo averlo già consegnato a Paolo Mieli. La prima edizione del “Premio del Capo”, da una idea di Nuccio Caffo, si è tenuta a battesimo proprio nell’ambito di estate a casa Berto per la prima volta quest’anno.