Cari occhiutiani, avete votato Mario per avere la famiglia Santelli al Comune?

Robertina Santelli
Advertising

Vorremmo sussurrare una cosa a quelle (poche) persone intelligenti, con le quali peraltro non abbiamo nulla da spartire, ma che riconosciamo quantomeno capaci, tipo Campanella o magari De Cicco e al limite anche Bozzo, Cundari e poco poco il monaco (poi basta…): avete votato Occhiuto per avere la famiglia Santelli al Comune?

È di oggi la notizia apparsa su Il Quotidiano del Sud della nomina di Roberta Santelli, sorella del vicesindaco e deputato Jole, nello staff del primo cittadino.
Contratto D/1 al  60% più o meno 1.200 euro netti più contributi, che per non fare niente non sono pochi.
Insomma, disoccupati con  i titoli a Cosenza non ce ne stavano. Bisognava attingere alla famiglia Santelli. Come se non bastasse già Evelina la patatina…

strega-696x522Con buona pace di chi pensa che al Comune si respiri aria buona e soprattutto del PD, il partito del niente, che sta cittu e musca. O pensa a difendere gente come Giudiceandrea, che fa il comunista col culo degli altri.

Jole Santelli e Marcello Pera
Jole Santelli e Marcello Pera

Robertina è stata per una vita segretaria particolare di Marcello Pera, presidente del Senato, protagonista insieme a Cesare Previti della candidatura di Jole nel 2001. Sostituendo proprio Jole. Che, nel frattempo, si era piazzata nell’ufficio legislativo di Forza Italia e nello studio Previti. Prima di spiccare il volo verso la Camera.

Jole con Cesare, Robertina al servizio di Pera, ma ora si è stancata di lavorare a Roma ed eccola qui al Comune di Cosenza.

Roberta viene definita autoritaria e precisa: “La mia zarina”, la chiama Jole, che non può proprio fare a meno di lei.

Singolare l’atteggiamento del segretario provinciale del PD, Luigi Guglielmelli. Gli abbiamo detto che De Rose e Nardi vinceranno la selezione per dirigenti e non ha fatto niente.
Anche adesso se ne starà zitto? O teme che qualcuno gli spiattelli in faccia che anche lui fa il “segretario particolare” alla Roccisano?

Povera politica nostra, come sei caduta in basso!