Caro Mario, sei diventato un cinghiale anche tu…

Advertising

Caro Mario Oliverio, un anno fa in molti ti hanno votato (noi ovviamente no), convinti che potessi perlomeno dare smalto all’idea di sinistra.
I tuoi estimatori dicevano che a convincerli era soprattutto la tua volontà ferrea di non allearti con i cinghiali.

th
Un anno dopo, invece, con i cinghiali non solo ci vai a cena ma li nomini vicepresidenti, gli lasci fare tutto quello che vogliono nella sanità e nell’edilizia sociale. Non sei neanche in grado di tirare un calcio in culo al commissario Filippelli, che sta facendo cose turche su tutto il territorio provinciale.
Del resto, siete tutti diventati renziani e tu, che hai vinto le elezioni e potresti governare libero fino al 2019, hai scelto di appecoronarti a gente che ha fatto politica per arricchirsi.
Tra poco, vedrai, arriverà la grande onda, quella di cui si parla sempre nel capolavoro “Un mercoledi da leoni”: non sarà solo la DDA di Catanzaro a trascinare con se sindaci e consiglieri regionali e comunali (qualcuno anche molto vicino a te) ma anche altre procure.
Finirà persino il regno di Tonino il furbo…
Dicono che abbia risolto i suoi problemi giudiziari: niente di più falso! Il famoso avvocato Gaetano, destinatario di 416 (che bel numero..) incarichi legali, è a giudizio con Gianfranco Scarpelli.

Umberto De Rose, che quella famosa sera si prese la colpa di avere agito in nome e per conto di Tonino il cinghiale, è rinviato a giudizio. E Umbertino, se ce ne sarà la necessità, non ci penserà un attimo a scaricare questo soggetto squallido.
Caro Mario, tu queste cose dentro di te le conosci e le sai.
Però, un anno dopo, sei diventato un cinghiale, sei diventato uno di loro. Insieme a te anche Madame Fifì, che almeno con i cinghiali ci aveva sempre inzuppato il biscotto e intrallazzato, ma tu caro “Palla Palla” ci stai facendo davvero una figura da quattro soldi.

Hai perso il contatto con la gente perbene, non solo di sinistra, che ti ha votato. E anche con quelli, perbene, che non ti hanno votato , che non sono di sinistra e che sognano una Calabria senza cinghiali.
Rileggi queste parole e rifletti: parla con la tua coscienza. Se continui cosi, tra un poco finirai impallinato da questa gente che ti butterà a mare.

Reagisci ! O passerai alla storia come un re Travicello qualsiasi.

Vrigogna da facci tua…