Caso Legnochimica, oggi e domani “Una firma per la bonifica” con i 5stelle

Advertising

Caso Legnochimica, Miceli (M5S): oggi e domani “Una firma per la bonifica”

A via Rossini iniziativa del Movimento 5 Stelle e dell’Associazione Crocevia

Rende (Cs) – I cittadini possono scendere in campo a difesa del territorio e della salute pubblica. I cittadini devono imporre alle istituzioni competenti di assumersi tutte le responsabilità a loro iscrivibili. Il caso della mancata bonifica dell’area ex Legnochimica a Rende è una di quelle vicende in cui tutti devono fare la propria parte per cercare di arrivare alla risoluzione della problematica.

legno

Oggi e domani, dalle 10 alle 13 su via Rossini a Rende, il Movimento 5 Stelle, il Meetup di Rende insieme all’associazione Crocevia, raccoglieranno le firme per la diffida con la quale si chiede al Comune di Rende e alla Regione Calabria di intervenire al posto del privato nella delicata questione dell’omessa bonifica dell’area industriale.

Questa mattina sarà presente l’eurodeputata del Movimento 5 Stelle, Laura Ferrara, che ha prodotto un’interrogazione comunitaria sul caso. Domani si raccoglieranno le firme insieme al portavoce al Senato del Movimento 5 Stelle, Nicola Morra, anche lui firmatario di un’interrogazione al Parlamento italiano.

Domani alle ore 12 è previsto anche un incontro con la stampa, per descrivere l’iniziativa che si sta portando avanti in Calabria, dove per primi abbiamo utilizzato la nuova legge sugli EcoReati. Parteciperanno Nicola Morra, il portavoce al Comune di Rende, Domenico Miceli, il presidente dell’associazione Crocevia, Francesco Palummo, l’avvocato Cono Cantelmi e l’ing. Fabio Gambino del Meetup di Rende.

Il sequestro dell’area ex Legnochimica a Rende è solo una piccola vittoria ma non possiamo fermarci: vogliamo la bonifica e andremo fino in fondo.

Gruppo consiliare Movimento 5 Stelle Rende