Castello Svevo club privé: intellettuali cosentini, volete opporvi a questo scempio?

Come volevasi dimostrare. La degradazione a “location” per ricevimenti del Monumento più importante della città, il Castello Svevo, è stata portata a compimento.

Le foto che circolano sul web dimostrano, in modo inequivocabile, che l’antica Sala d’Armi, trasformata in “voliera” dall’oltraggioso restauro di Occhiuto, e l’antica Piazza D’Armi sono state, l’altra sera, la “splendida cornice” nella quale si è svolta una cena organizzata da Banca Mediolanum.

caste1Il disegno di ridurre il Castello a “splendida cornice” di cene, “parties”, balli notturni e feste private è stato perseguito con grande abilità e capacità sin dall’inizio. Progettisti, direttori dei lavori, Amministratori degli ultimi cinque anni (quelli in cui si è completato il progetto) hanno alacremente lavorato perché si arrivasse a questi edificanti risultati.

La “voliera”, i pavimenti levigati, gli intonaci da resort, gli infissi in alluminio erano, tutti, funzionali allo scopo di utilizzare il Monumento per farvi delle belle cene eleganti seguite da spettacolini e ballettini scacciapensieri. Una visione “estetistica” della vita, dei monumenti, della città che è direttamente proporzionale al livello culturale, politico e sociale della classe dirigente che ci amministra.
P.S.: Esistono ancora intellettuali che abbiano la passione civile ed il coraggio di opporsi a questo scempio?

Alberto Frisone