Castiglione, un arresto per furto e ricettazione. 5 denunce a Rende, Luzzi e Rose

Advertising

A Castiglione Cosentino, i militari della Stazione Carabinieri di San Pietro di Guarano hanno tratto in arresto un 35enne di Castrovillari, per i reati di furto aggravato e ricettazione. A suo carico è stato eseguito un provvedimento del Tribunale dovendo espiare una pena residua di tre anni, un mese e 23 giorni e il pagamento di 2.850 euro, per un furto aggravato e ricettazione commessi a Modena e Castrovillari tra il 2011 e il 2014. L’arrestato, è stato sottoposto ai domiciliari.

A Luzzi è stato deferito in stato di libertà un 27enne cosentino per rapina in concorso. I militari hanno accertato che il giovane, insieme a due complici (già identificati e denunciati), sarebbe responsabile di una rapina ai danno di un supermercato del posto, avvenuta alla fine del mese di agosto di quest’anno.

A Rose, deferita in stato di libertà una 41enne bulgara per furto. I militari l’hanno bloccata mentre in un terreno agricolo di località Capriccio, stava portando via delle castagne. La refurtiva, circa 5 chili, è stata restituita alla legittima proprietaria.

Sempre a Rose, i militari della Stazione locale hanno deferito in stato di libertà, un 42enne di San Fili. Anch’egli fermato in auto è risultato positivo al pre-test rifiutandosi di sottoporsi all’etilometrico. Anche in questo caso ritirata la patente di guida.

A Rende deferita in stato di libertà, una 18enne di Mendicino. Fermata in auto è risultata positiva al pre-test si è rifiutata di sottoporsi al successivo accertamento etilometrico. La patente le è stata immediatamente ritirata e l’autovettura affidata a persona idonea alla guida.

A Rende deferito in stato di libertà, un 29enne di Soveria Mannelli, per guida in stato di ebbrezza alcolica. I militari, nel corso di servizio di controllo della circolazione stradale, hanno sottoposto l’automobilista all’etilometrico, riscontrando un tasso alcolemico nel sangue superiore ai limiti consentiti dalla Legge. La patente di guida è stata immediatamente ritirata.