Catanzaro, cade in una scarpata e finisce in un rogo: muore un operaio

Advertising

Un operaio del Consorzio di Bonifica del Tirreno catanzarese, G.A., di 62 anni, è morto oggi ad Amato dopo essere precipitato da un pendio ed essere stato avvolto dalle fiamme di un incendio sviluppatosi nella scarpata sottostante.

Il cadavere carbonizzato è stato trovato nel pomeriggio in località Cucina. Sul posto si sono recati i carabinieri di Marcellinara.

Dagli accertamenti compiuti anche attraverso l’ausilio del Vigili del fuoco e di personale dello Spisal dell’Azienda sanitaria provinciale di Catanzaro, gli investigatori hanno appurato che l’uomo, nel corso di lavori di pulizia del sottobosco per conto del Consorzio, era precipitato accidentalmente da un pendio venendo avvolto dal fuoco di un incendio che, per cause in corso di accertamento, si era sviluppato nella scarpata sottostante.

La salma è stata sottoposta a sequestro e trasportata al Policlinico universitario di Germaneto di Catanzaro a disposizione dell’autorità giudiziaria.