Catanzaro, è Bianca Laura Granato la candidata del M5S contro gli impresentabili del “sistema”

Bianca Laura Granato col deputato Paolo Parentela
Advertising

Bianca Laura Granato, insegnante di 46 anni, è la candidata a sindaco che rappresenterà il Movimento Cinquestelle alle elezioni amministrative di Catanzaro. Si è dovuto attendere la tarda serata per la chiusura delle operazioni di conteggio dei voti e in un primo tempo si erano diffuse altre voci sulla vincitrice delle primarie indette dal Meetup di Catanzaro.

Bianca Laura Granato l’ha, infine, spuntata per un pugno di voti sull’avvocatessa Luana Tassone: 591 voti la prima contro 563 totalizzati dalla seconda. Le due donne si sono imposte con un notevole distacco sugli altri tre candidati in lizza: Umberto Catanzariti, 30 anni, ha raggiunto quota 212 voti; Giuseppe Longo, impiegato 50enne, 73 e, in coda, Ania Podedworna, 44 anni, con 36 voti.

I cittadini che hanno scelto di partecipare alle primarie indette dal Movimento Cinquestelle sono stati complessivamente 1477.

Con la prospettiva di avere come avversari due dinosauri della politica, ampiamente chiacchierati, indagati e impresentabili come Sergio Abramo ed Enzo Ciconte, due pessimi esponenti della politica corrotta che ci ritroviamo, entrambi sotto processo per reati legati alla loro attività politica, i catanzaresi dovrebbero aprire gli occhi e sbatterli fuori a calci nel sedere. Alla professoressa Granato auguriamo di cuore di far saltare il banco della politica corrotta catanzarese.