Catanzaro, è un 32enne lametino “insospettabile” il killer di Mezzatesta

Advertising

Il procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri ha appena annunciato ai media il nome del killer di Gregorio Mezzatesta, l’impiegato delle Ferrovie della Calabria, fratello di Domenico Mezzatesta, assassinato il 24 giugno scorso nel capoluogo.

Si tratta di Marco Gallo, nato a Lamezia il 19/12/1985 e residente a Falerna, dove è stato arrestato questa mattina attorno alle ore 9. L’indagine ha ricostruito spostamenti del soggetto da Lamezia a Catanzaro e poi nuovamente a Lamezia dopo il delitto.

Fondamentali le analisi delle immagini delle telecamere che lo hanno seguito su tutto il percorso. Un vero e proprio pedinamento elettronico. Gallo aveva il porto d’armi, ritenuto insospettabile, e si allenava al poligono.

L’operazione è stata condotta dal nucleo investigativo e Ros di Catanzaro. Gregorio Mezzatesta, dipendente delle Ferrovie della Calabria era il fratello di Domenico Mezzatesta, l’uomo che nel gennaio del 2013 con il figlio Giovanni si rese responsabile di un duplice omicidio a Decollatura per il quale erano stati condannati all’ergastolo. In quell’occasione furono uccisi Francesco Iannazzo e Giovanni Vescio, entrambi freddati mentre si trovavano in un bar. La sentenza è stata successivamente annullata con rinvio dalla Corte di Cassazione e si è in attesa adesso di un nuovo processo. I due Mezzatesta erano difesi dall’avvocato Francesco Pagliuso, ucciso la sera del 9 agosto dell’anno scorso mentre rientrava a casa a Lamezia.