Cerisano, scuole senza riscaldamento. I genitori chiedono interventi al comune commissariato

Il Comune di Cerisano
Advertising

Posto ai piedi del monte Cocuzzo domina la conca cosentina, dal 1984 Cerisano è stato dichiarato comune d’interesse turistico e di grande prestigio.

Attualmente il comune è commissariato; Cerisano appare allo sbando totale, senza più una propria identità. Col passare degli anni si è impantanato e chi ne ha fatto le spese e le fa tuttora, sono sempre i cittadini, impoveriti per sostenere un municipio condotto al fallimento.

In questi tre lustri si è operato in modo dissennato arrecando danni irreversibili. Il dissesto finanziario è la prova del fallimento politico amministrativo di soggetti che hanno anteposto gli interessi personali a quelli dei cittadini. L’interruzione anticipata della sindacatura dimostra più di qualsiasi altra cosa l’incapacità di una classe dirigente che ha portato il paese alla rovina.

A pagarne il conto salatissimo, lo ripetiamo, sono sempre i cittadini. La storia e la tradizione di questo nobile borgo è stata accantonata per interessi di altro genere. Oggi l’incertezza, non solo riguardo al suo futuro politico, ma legata ad eventi quotidiani.

Tra le tante preoccupazioni, una che sta investendo in modo particolare le famiglie di Cerisano, i cui figli frequentano l’Istituto Comprensivo Statale (e insieme ad esse i lavoratori della scuola), è la mancanza di un adeguato sistema di riscaldamento.

Ci siamo recati in comune – hanno scritto alcuni genitori – per informarci sullo stato delle cose circa i lavori necessari per rendere funzionale il sistema di riscaldamento delle scuole. Ci è sembrato di capire, ma questo l’avevamo compreso dagli atti pubblicati sull’albo pretorio on line, che nulla è stato fatto. La politica aveva dimenticato che sarebbe arrivato l’autunno, la struttura si è adeguata alla dimenticanza. Gli strumenti normativi ci sono speriamo ci sia anche la volontà. L’appello rivolto è finalizzato a sensibilizzare le coscienze di chi deve provvedere al funzionamento delle strutture scolastiche la cui manutenzione è di competenza municipale.

Evidentemente ancora la volontà non vi è stata, allo stato attuale non è stato eseguito alcun lavoro e le scuole e i cittadini si preoccupano dato il freddo ormai alle porte. Ci auguriamo che chi di competenza, possa risolvere almeno questo problema, uno fra i tanti che, purtroppo ha accumulato nel corso degli anni, l’incantevole borgo di Cerisano.

Valentina Mollica