Cetraro fa esplodere il bubbone sanità: Oliverio braccato dall’asse Minniti-Cinghiale

(foto corriere della sila)
Advertising

La giusta protesta del sindaco di Cetraro (che da ieri mattina presidia l’ospedale) è basata sull’atto aziendale redatto dal direttore generale dell’ASP di Cosenza in seguito ai contraddittori decreti emanati da Scura e Urbni sulla nuova rete ospedaliera.

A tale proposito, ieri Palla Palla ha convocato tutti i direttori generali perchè nessun atto esecutivo venga preso al riguardo poichè i decreti di Scura e Urbani sono in netto contrasto con la politica sanitaria dell’esecutivo regionale.

cetraLa debolezza dei decreti è lampante: non è prevista alcuna spesa per realizzare il disegno di rete ospedaliera e, soprattutto, è irrealizzabile, perchè, per come abbiamo già scritto riguardo allo Spoke Cetraro/Paola, la struttura ospedaliera di Paola non ha gli spazi per poter ospitare le Unità Operative che si vogliono spostare da Cetraro.

La spesa, ad esempio, per poter attivare la Rianimazione a paola non è stata quantificata e per essa necessitano almeno 10 milioni di euro. Adeguare gli spazi, introvabili, per ospitare la Ginecologia prevede ingenti somme, così come la Pediatria e la Neonatologia.

Scura e Urbani
Scura e Urbani

Falsamente Scura e Urbani hanno attestato che la Ginecologia sussiste sul nosocomio paolano rendendosi responsabili di falso in atto pubblico, perchè da oltre 10 anni sussiste solo a Cetraro.

Ma il vero problema è l’incapacità politica dimostrata sino ad oggi dalla Regione, capace solo di lanciare slogan senza un solo fatto concreto. Sarebbe bastato produrre un piano alternativo a quello di Scura e Urbani e confrontarlo con il suo davanti al tavolo Adduce che è il luogo dove si discute di tali problemi.

Renzi-OliverioOliverio ha garantito al sindaco di Cetraro che andrà ad incatenarsi davanti a Palazzo Chigi fino a quando Renzi non rimuoverà Scura ed Urbani.

Le domande sono semplici: perchè si è arrivati a tutto ciò visto che i direttori generali li ha nominati lui e gli stessi non si sono allineati a quanto dallo stesso Oliverio più volte annunciato? Cosa ha fatto il direttore generale dell’assessorato della salute per ostacolare i misfatti di Scura ed Urbani?

Scura, se i direttori generali dovessero operare in modo da non attuare il piano, ha facoltà di nominare dei commissari ad acta. Per cui se Oliverio davvero vuole che gli atti aziendali vengano fermati ha a disposizione una sola arma: commissariare le aziende sanitarie ed ospedaliere con persone qualificate e capaci di contrastare i dioscuri della sanità calabrese ed adoperarsi seriamente perchè finisca il commissariamento della sanità e deve procedere alla nomina di un assessore alla sanità di chiara competenza.

A Cetraro le associazioni si stanno mobilitando, fortemente intenzionate a presentare esposti sia alla Corte dei Conti per i danni erariali, sia alla magistratura ordinaria per i reati di falso in atto pubblico, abuso ed interesse privato.

Marco Minniti
Marco Minniti

Intanto, il casino esploso a Cetraro sta consigliando ai soliti maneggioni della politica, ci riferiamo in particolare ai tirapiedi di Marco Minniti, di far uscire sul loro giornale i verbali secretati della DDA di Catanzaro (dottor Gratteri, gliela fanno sotto il naso e non dice neanche una parola?) per smascherare la magagne del PD ma soprattutto per sviare l’attenzione dalle gravi responsabilità dei commissari tanto cari al Cinghiale di casa nostra. E non è certo un mistero che l’asse Minniti-Gentile (Cinghiale) vorrebbe prendere in mano il PD e fare pulizia sulla base di non si capisce quale dirittura morale.

Storie già viste, beninteso, ma che non fanno molto onore a Gratteri. A meno che non sia stato lui a fornire i verbali secretati ai tirapiedi di Minniti.

Ma a questa ipotesi non vogliamo credere. Almeno per ora.