Cetraro, quel concorso va bloccato: se lo contendono Madame Fifì e Aieta

L'ospedale di Cetraro
Advertising

Questa volta ci rivolgiamo al procuratore della Repubblica di Paola Giordano, in procinto di trasferirsi a Vibo Valentia ma ancora in carica.

Venerdì 9 dicembre è convocato il concorso farsa per primario di Anestesia e Rianimazione all’ospedale di Cetraro. 

Sappiamo già che la politica rivendica per se il vincitore. In questi giorni circolano voci insistenti e preoccupanti, che abbiamo diffuso all’attenzione di tutta l’opinione pubblica. C’è chi dice che vincerà certamente Adelchi Toscano, originario di Tarsia ma che ha fatto carriera lavorando nel prestigioso ospedale Careggi di Firenze, amico personale di Enza Bruno Bossio in arte Madame Fifì.

Ma c’è anche chi sta sponsorizzando sottotraccia un’altra candidata vale a dire l’attuale primario facente funzioni di Anestesia e Rianimazione, la dottoressa Mariafranca Occhiuzzi. Si tratta del consigliere regionale del PD Giuseppe Aieta, cetrarese doc e già sindaco della cittadina tirrenica.

Un derby in piena regola…

È un imbroglio bello e buono che, in un caso o nell’altro, prevede già il vincitore.

Un imbroglio confezionato alla grande da quel falsario di fra’ Remigio Magnelli da Varagine, in procinto di essere condannato anche in appello per le false stabilizzazioni ma saldamente al comando delle risorse umane dell’ASP.

Magnelli ha sbagliato pure le convocazioni ai partecipanti, indicando prima una data e poi un’altra.

Procuratore Giordano, la invitiamo a inviare la Guardia di Finanza all’ospedale di Cetraro dove si terrà la prova.

Blocchi questo scempio, per favore.