Ciao Enrico, cuore grande ed appassionato di calcio e politica

Advertising

E’ morto ieri Enrico Cardamone, per i familiari e gli amici più semplicemente “Tuturo”, figura e personaggio molto popolare a Cosenza per i suoi trascorsi nel calcio e nella politica. Cardamone aveva 71 anni ed era malato da qualche tempo. Impiegato statale, è stato per molti anni un battagliero consigliere della quarta circoscrizione, quella di Cosenza Centro Sud come si diceva un tempo. Manciniano e socialista convinto, si impegnava moltissimo per le esigenze dei cittadini ed era stato anche animatore della lista Cosenza Domani del vecchio leone socialista.

Prima della politica, tuttavia, il suo primo grande amore era stato il calcio. Enrico Cardamone è stato uno dei ragazzi della “De Martino” (l’equivalente della “Berretti” di oggi) del Cosenza Calcio nel 1963-64 quando aveva 18 anni e poi ha militato anche nel Carolei, nell’Acri e nel Rende. Successivamente ha anche intrapreso la carriera di allenatore ed è stato per molti anni il tecnico di una squadra di quartiere cosentina molto popolare come la Victoria. Erano gli anni nei quali si rivelavano alla ribalta talenti come il portiere Orazio Lioi, il terzino Biagio Amato, il mediano Dario Cozza e i centrocampisti Nicola Fortino e Maurizio Basta.

Ma l’orgoglio di Enrico, comunque, è sempre stato il fratello Roberto, classe 1964. “Gli ho trasmesso la mia passione – raccontava emozionato – e lui ha sempre recepito alla grande i miei insegnamenti. Roberto è stato un regista di grande tecnica individuale, ne ho visto ben pochi giocare con la testa alta come lui. Alla fine l’ha preso il Napoli, grazie anche ai buoni uffici di Gianni Di Marzio, che all’epoca allenava la prima squadra. E’ arrivato a Soccavo ancora ragazzino, 14 anni, ha giocato una finale nazionale Allievi ed è stato punto fermo della Primavera azzurra ma poi volevano darlo al Cagliari e allora abbiamo deciso di farlo ricominciare dal Rende. Ma non è stata una buona idea…”.  Il funerale di Enrico Cardamone sarà celebrato alle 15 nella chiesa di Cristo Re a Via Popilia. Alla famiglia di Enrico le più sincere condoglianze di Iacchite’.