Cina, imprenditori in Calabria: rieletto presidente il “cosentino” Wu Zhengbin

Advertising

Nasceva a giugno di sette anni fa, a Cosenza, l’associazione tra imprenditori cinesi in Calabria. Avviata con un numero di 185 iscritti, oggi l’associazione rappresenta diverse migliaia di cinesi, operanti attivamente nelle cinque province calabresi.

“L’iniziativa – spiega una nota – fu creata sotto gli auspici di accordi diplomatici tra il governo di Pechino e le autorità italiane e, quindi, calabresi, con il preciso impegno di favorire e monitorare il processo degli scambi culturali, economici e sociali già in atto tra i due paesi. L’associazione ha, infatti, anche funzioni di carattere diplomatico, nei rapporti con le istituzioni centrali e locali.

Cinesi associazioneSono dunque costanti i contatti tra i presidi istituzionali di ambasciata e consolato a Roma e a Pechino, come lo sono i rapporti tra i locali funzionari delle prefetture e degli uffici di questura calabresi con il presidente dell’associazione.

A questa carica per il terzo mandato consecutivo, è stato confermato Wu Zhengbin, da molti anni residente nella città dei Bruzi, cosentino ormai d’adozione, noto con il nome italiano di Gino, titolare di un ristorante tipico a Rende.

“Voglio ringraziare anzitutto i miei connazionali per aver confermato la loro fiducia nei miei confronti – afferma Wu Zhengbin – ma ringrazio sempre e ancora una volta le autorità e le istituzioni pubbliche locali, Prefettura e Questura, per la continua collaborazione e l’assistenza che, come comunità, riceviamo puntualmente con grande spirito di fiducia e di lealtà. Il nostro sforzo è di essere sempre più attenti e sensibili ai problemi della società, nel pieno rispetto della diversità culturale che è sempre fonte di arricchimento reciproco nel segno della pace e della crescita comune”.