Civita, Carlo e Valentina erano arrivati da Roma in camper: il dolore dei familiari

Si è parlato e sono stati tracciati i profili di molte delle vittime della tragedia del Raganello ma finora non erano ancora emersi molti particolari sulla coppia romana che ha perso la vita nelle gole del Parco Nazionale del Pollino.

L’avevano programmata da tempo quella vacanza in Calabria. Una settimana appena, a cavallo di Ferragosto, per staccare da Roma e passare qualche giorno al mare, a bordo di un camper. «Doveva essere la loro vacanza», raccontano sconvolti alcuni familiari. Carlo Maurici e Valentina Venditti, la coppia di fidanzati di 35 e 34 anni, nati e cresciuti nella Capitale, sono morti travolti dalle acque del torrente Raganello a Civita di Castrovillari, in provincia di Cosenza. Per loro non c’è stato nulla da fare. Rinvenuti a qualche chilometro di distanza, i giovani erano partiti da Roma lo scorso 8 agosto. Quel pomeriggio sarebbero dovuti andare al mare. Poi, il cambio di programma: una gita a piedi per scoprire le “Gole” di quel torrente di cui molti parlavano.

Sconvolte le famiglie dei ragazzi. La mamma di Carlo con il fratello è partita per raggiungere Cosenza. La sorella di Valentina, invece, che aveva trascorso qualche giorno insieme a loro ed era poi tornata a Roma è sotto choc. I due giovani vivevano insieme in un appartamento alla periferia della Capitale.

Fonte: Il Messaggero