Civita, il salvataggio di Chiara: la testimonianza di Pasquale Gagliardi

C’era anche Chiara, una bambina di 9 anni tra gli escursionisti travolti dalla piena del torrente Raganello. La piccola è stata salvata ieri, e a testimoniare l’intensità di quel momento ci pensa una foto: «Da oggi questa è la foto della mia vita». Lo ha scritto su Facebook Pasquale Gagliardi, dirigente medico dell’Elisoccorso di Cosenza.

La bambina è stata trovata vicino ad un cadavere, ha riferito Gagliardi.«Era semicosciente ma in evidente stato di choc. L’abbiamo trovata accanto ad un cadavere e da quello che ho saputo in seguito, quasi certamente i genitori sono tra le vittime», ha raccontato il soccorritore.

Della bimba si vede una mano, un braccino ricoperto di fango stretto in un abbraccio. Quando è stata trovata, era in uno stato di ipotermia ed è stata trasportata all’ospedale di Cosenza, poi nella notte il trasferimento in eliambulanza al Cardarelli di Napoli a causa della gravità delle sue condizioni: la piccola ha ingerito sabbia e fango. Per lo stesso motivo è ricoverata nel reparto rianimazione dell’ospedale di Cosenza una ragazza 24enne di Trebisacce, salvata ieri dai soccorritori. Gravi sono anche quattro uomini politraumatizzati.