Civita, tragedia nelle gole del Raganello. Costa: “L’Italia è stanca di piangere morti”

CASTROVILLARI – “Adesso è il momento di condividere il dolore. Siamo vicini alle famiglie e a tutte le persone che hanno perso i propri cari ed è questo l’elemento più importante. Vengo qui a nome del Governo per essere vicino alle famiglie al popolo calabrese e poi per capire chi doveva fare cosa, per capire se è negligenza o fatalità e questo mi sembra altro elemento importante”.

Queste le prime parole del Ministro dell’Ambiente Sergio Costa arrivato di prima mattina all’ospedale di Castrovillari dove sono ricoverati alcuni feriti e dove vi sono alcune salme degli sfortunati escursionisti che ieri a Civita hanno perso la vita. Accompagnato dai vertici della Procura, della Protezione Civile e delle Forze dell’Ordine si è recato presso il reaprto di Pediatria dove sono quattro i bambini ricoverati.

“Ritornerò sicuramente apposta e riferirò in giornata al Presidente del Consiglio” ha affermato ai giornalisti all’uscita del nosocomio prima di salire a bordo di un elicottero dei Vigili del Fuoco per recarsi a Civita. “Ora però è il momento della vicinanza ai bimbi che hanno perso i propri genitori, alle mamme e i papà che hanno perso i loro congiunti. Questo è il momento di sofferenza da una parte e dall’altra parte è il momento di capire fino in fondo. “L’Italia si è stancata di piangere morti in generale, se è sciatteria o negligenza ora basta” ha commentato infine il Ministro.

Fonte: Abmreport