Civita, trovati vivi i tre giovani pugliesi dispersi

CIVITA (COSENZA) – Sono stati rintracciati, e sono in buone condizioni, tre giovani pugliesi di 21, 22 e 23 anni, che erano stati inseriti nella lista delle persone disperse dopo la piena del torrente Raganello. Si tratta di Adriana Pugliese, 21 anni, di Ostuni, insieme a Giuseppe ed Enrico, entrambi di Bari. I tre si erano accampati in località Valle d’Impisa, una località a monte della zona del disastro e dove i cellulari non hanno campo. A dare notizia del loro ritrovamento è stata un’amica che attraverso Twitter ha informato le forze dell’ordine dicendo «sono vivi». Il ministro dell’Ambiente Sergio Costa e il prefetto di Cosenza Paola Galeone hanno affermato che, a questo punto, non dovrebbero esserci più dispersi. Le vittime accertate rimangono dieci, tre delle quali sono campane. Accertata anche la morte della guida Antonio De Rasis, di Cerchiara di Calabria. Gli altri sei deceduti, tra i quali una ragazza di 14 anni, sono pugliesi e lombardi. Sono in corso le tristi pratiche di riconoscimento. I feriti non sono in pericolo di vita.