Coni Cosenza, il primo raduno dei centri di orientamento

Advertising

Due giorni all’insegna del divertimento, dell’aggregazione e dell’integrazione, come solo lo sport riesce a fare. Obiettivo raggiunto per il primo raduno multidisciplinare dei centri di orientamento e avviamento allo sport che il Coni di Cosenza ha voluto organizzare per promuovere la pratica sportiva fra i giovani, svoltosi nel weekend del 24 e 25 settembre scorso nella bella cittadina montana di Camigliatello Silano.

Più di ottanta ragazzi e ragazze di età compresa fra i 10 e 14 anni hanno allegramente invaso il campo comunale “Barone Collice” per dedicarsi ad attività ludico-motorie sotto l’occhio vigile di tecnici, dirigenti e genitori, nelle specialità del calcio, basket, volley, badminton, judo, ginnastica artistica, fat bike, equitazione e rugby.

raduno-coni-2Real Cosenza, Centro Avviamento Basket, Centro Volley Giovani, Badminton Paola, Kodokan Judo, Sole d’Oro, Tmc 360 Sport, Centro Equestre Rendese Team Bilotta, Rugby Rende e Nemo Cosenza sono le associazioni che hanno preso parte al camp silano coordinato dallo Staff Tecnico del CONI cosentino composto da Elena Cocca, Caterina Persico, Pierpaola Gatto, Antonella Sergi, Giuseppe Stamile e Stefano Muraca.

Saluti iniziali a cura del Delegato provinciale Coni Francesca Stancati e del Vicepresidente Vicario regionale Alfredo Porcaro.

stancati-narcisi-porcaro-staffOspite d’eccezione l’atleta paralimpica Jenny Narcisi, reduce dai Giochi Olimpici di Rio 2016: “Siete fortunati, perché lo sport dà tanto. Se io oggi ce l’ho fatta lo devo allo sport; ho avuto la grande soddisfazione di indossare la maglia azzurra e rappresentare il mio Paese alle Olimpiadi. Un sogno che si è avverato”. Al termine della manifestazione foto ricordo e medaglie per tutti.