Corcione attacca la classe medica: “Finitela di stare dietro la porta della politica”

Eugenio Corcione

Intervenendo al consiglio comunale di ieri sulla sanità, il presidente dell’Ordine provinciale dei medici Eugenio Corcione ha parlato di “responsabilità della classe medica, spesso dietro la porta della politica per conquistare una targhetta. I tempi sono cambiati – afferma – e le richieste devono essere compatibili con le risorse e le condizioni date che sono sempre più ridotte”.

E sui primari, “non devono essere scelti dalla politica. Molti primariati non hanno motivo di esistere, ma su quelli necessari si facciano le cose per bene, si faccia in modo che diventiamo attrattivi per i posti che comunque andranno a concorso nel 2016. Sarà un fallimento se per ogni posto ci dovessero essere solo 2-3 candidati, dal numero di domande si vedrà già se la politica ha fatto un passo indietro”.