Corigliano-Rossano, alluvione 2015: l’elenco dei 195 indagati per disastro ambientale

C’è attesa per la conferenza stampa di questa mattina a Cosenza dei magistrati Eugenio Facciolla, procuratore capo di Castrovillari e Otello Lupacchini, procuratore generale di Catanzaro. Illustreranno ai giornalisti i dettagli dell’inchiesta sull’alluvione del 2015 a Corigliano-Rossano, che ha provocato danni gravissimi e ha scoperchiato un pentolone incredibile di illegalità e corruzione che coinvolge addirittura 195 indagati per disastro ambientale.

A Corigliano-Rossano il “terremoto giudiziario” era già nell’aria da qualche settimana, cioé da quando, negli uffici di procura, era stata consegnata una corposa relazione relativa alla consulenza tecnica d’ufficio che era stata affidata al geologo Carlo Tansi, attuale capo dell’Unità operativa autonoma della Protezione civile della Regione Calabria.Impossibile non rilevare le pesanti responsabilità di pubblici ufficiali, professionisti, imprenditori edili e privati cittadini.

Ma non non c’è solo e soltanto la relazione della consulenza tecnica affidata a Tansi. Sulle scrivanie della procura, infatti, ci sono pure le risultanze d’altre indagini che s’incrociano inesorabilmente con quella relazione.

Sono centinaia gli abusi edilizi affiorati dal fango che ha inondato Rossano e Corigliano Calabro, e tra essi svariati abusi “legalizzati” attraverso condoni che sarebbero stati concessi dagli uffici comunali senza i previsti requisiti in punti ad altissimo rischio idrogeologico. Condoni che sarebbero stati illegittimamente richiesti da ingegneri, architetti e geologi, e concessi dagli uffici dei due enti comunali, che, al contrario, non avrebbero dovuto in alcun modo accoglierle quelle istanze. 

Lottizzazioni edilizie a iosa ed interventi edilizi effettuati su lotti a rischio in relazione al Piano d’assetto idrogeologico e classificati con la massima categoria di rischio – “R3” ed “R4” – dove edificare è rigorosamente vietato. Interventi completamente abusivi dov’è evidente la responsabilità del mancato controllo da parte delle amministrazioni comunali e dell’amministrazione provinciale di Cosenza.

A completare tale nefasto quadro c’è anche la mancata pianificazione e realizzazione degl’interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria di pulizia degli alvei fluviali da parte degli enti sovracomunali preposti. Tutto ciò e molto altro ancora emerge dalle attuali risultanze dell’inchiesta giudiziaria della procura castrovillarese. Nei Comuni di Rossano e Corigliano Calabro sono state individuate diffuse aree tuttora esposte al pericolo derivante da eventuali nuove alluvioni e densamente edificate in modo abusivo oppure attraverso autorizzazioni illegittime.

L’ELENCO

Ma ecco l’elenco nominativo di tutti i 195 indagati nell’ambito della maxinchiesta Flumen luto (dal latino, fiume di fango) fatta scattare dalla procura di Castrovillari guidata da Eugenio Facciolla all’indomani della terribile alluvione che travolse la città di Corigliano Rossano il 12 agosto del 2015.

Tra essi, personaggi eccellentissimi della politica regionale, tra i quali l’attuale Governatore della Calabria Mario Oliverio, l’attuale sindaco di Cosenza Mario Occhiuto – nella loro qualità di ex presidenti della Provincia di Cosenza (Oliverio dal 2004 al 2014, Occhiuto dal 2014 fino al 2017) –, gli ex sindaci di Corigliano Pasqualina Straface e Giuseppe Geraci, gli ex sindaci di Rossano Franco Filareto e Giuseppe Antoniotti, numerosi dirigenti e funzionari regionali, tra i quali il “solito” ingegnere cosentino Luigi Zinno, altri dirigenti provinciali e comunali, ed alcuni tra i più importanti e facoltosi imprenditori edili di Corigliano-Rossano.

A partire da Vincenzo Lapietra, figlio di don Pasquale “Mollettun”, esponenti della più famosa famiglia di “palazzinari” che a Rossano e Corigliano ha fatto il bello e il cattivo tempo. Compreso l’ingegnere Antonio Capristo, progettista di fiducia ed ex dirigente regionale “benedetto” dai Cinghiali, al secolo Tonino e Pino Gentile. E anche William Grimoli, rampollo della famosa famiglia cosentina deus ex machina del movimento terra e dei movimenti “palazzinari” anche sullo Jonio. 

COMPONENTI COMITATO TECNICO AUTORITA’ DI BACINO REGIONE CALABRIA Giovanni Ricca, Salvatore Siviglia, Luigi Zinno, Domenico Genise, Giuseppe Iritano, Antonio Capristo, Vincenzo Marulla, Orsola Reillo, Giuseppe Calabretta, Domenico La Gamma, Eugenio Fausto Covello, Giuseppe Celsi, Domenico Catalfamo, Raffaele Niccoli, Livio Persano, Francesco Comito, Umberto Malagrinò, Gianpasquale Gatto, Francesco Nisticò, Marino Sorriso Valvo, Paolo Cappadona, Claudio Caruso, Giuseppe Chiodo, Loredana De Ferraris, Mario Domenico De Luca, Fabrizio Bruno Galli, Francesco Larocca, Tiziana La Pietra, Francesco Laudonio, Sergio Leonetti, Teresa Marsico, Luigi Maria Mollica, Annamaria Pellegrino, Maria Carmela Rechichi, Pietro Romano, Stefania Romanò, Olga Saraco, Antonio Servidio, Domenico Sicilia, Domenico Spadafora, Francesco Madia, Francesco Giordano, Pietro De Marco, Annarita Pulicani, Serena Doria, Vittorio Leonetti, Giuseppe Tavano, Dario Triboli, Paolo Saullo, Francesco Salomone, Giovanni Regina, Roberta Maletta, Giuliana Macaluso

AMMINISTRATORI LOCALI DI ROSSANO E CORIGLIANO Francesco Filareto, Giuseppe Antoniotti, Vincenzo Di Salvo, Giuseppe Giacomo Graziano, Pasqualina Straface, Giuseppe Geraci, Francesco Maria Saverio Favaro, Gilberto Capano, Antonio Giorgio Durante, Antonio Pisani, Franco Vercillo, Antonio Rizzuto, Francesco Basta, Giovanni Panico, Edmondo Biamonte, Francesco Bruno, Giancarlo Granata, Mario Gerardo Oliverio, Mario Occhiuto, Giuseppe Colaiacovo, Antonio Molinari, Marsio Blaiotta

PRIVATI CORIGLIANO Natale Gammuto, Fabio Pianeta, Leonardo Bonafede, Rosa Gentile, Salvatore Manfredi, Giovanni Battista Montalto, Ernesto Sallustro, Lucia La Sala, Antonietta Montalto, Francesco Montalto, Caterina Scarcella, Immacolata Policastri, Eugenio Conforti, Cosimo Acri, Elvira Toscano, Leonardo De Marco, Giovanni De Marco, Pietro De Marco, Ortenzia Curti, Giuseppina De Dominicis, Franco Gulini, Antonio Madeo, Giovanna Madeo, Filomena Marghella, Anna De Dominicis, Francesco Sisca, Maria Curti, Rosaria Fiorentino, Pietro Fiorentino, Lina De Luca, Francesco Iacino, Giuseppina Cosenza, Cosimo Zangaro, Carmelina Scarcella, Luciano Stefano Sisto, Giovanni Battista Cosenza, Rosa Cosenza, Giovanni Sisto, Pietro Francesco Cosenza, Giovanni Semeraro, Francesca Pagnotta, Angela Ripegno, Maria Luisa Piano, Luca Celico, Pasquale Lento, Pompeo Lento, Carmela Caputo, Francesco Le Pera, Antonio Rizzuti, Leonardo Rizzuti, Massimo Rizzuti, Adele Forte, Giorgio Avato, Luigi Longo, Rosa Morrone, Pasquale Arturi, Alfonso Cimino, Alberto Gobbi

PRIVATI ROSSANO Alfonso Celestino, Teresa Scura, Serafino Calabrò, Giuseppina Calabrò, Teresa Concetta Boccuti, Carmela Sapia, Maria Gisella Sapia, Antonio Corallino, Maria Lucrezia Cirillo, Raffaele Bonanno, Dorina Urso, Giuseppe Graziano, Antonio De Marco, Giuseppe Di Palma, Gian Cherubino Mauri, Ottavio Tosto, Margherita Mingrone, Antonio La Regina, Innocenza Antonella Morfù, Giovanni Lardino, Anna Lisa De Marco, Francesco Aloisio, Rosella Faraco, Mario Monaco

DITTE CORIGLIANO Natale Alonia, Cataldo Russo, Agostino Madeo, Maria Filippelli, Antonio Capalbo, Luigi Sapia, Antonio Vitelli, Antonio Plastina, Giorgio Miceli, Gabriele Gallina, Pietro Paolo Oranges, Carlo Franco Villi Varani, Carmine Cofone, Alfonso Natale Piluso

DITTE ROSSANO Cosimo Graziano, Salvatore Graziano, Luigi Marino, Gianfranco Marino, Guglielmo Calabrò, Monika Szpak, William Grimoli, Vincenzo Lapietra, Angelo Cicero.