Chi siamo: cos’è e cosa sarà Iacchite’

Cos’è e cosa sarà Iacchite’.
La libera informazione parte da Cosenza

Nell’era ultra tecnologica in cui ci troviamo, esiste un giornalismo indipendente e libero da ogni sorta di potere? L’editoria impura nella carta stampata, che mostra i legami incestuosi tra giornalisti e il potere politico-economico, conferma come la maggioranza degli italiani consideri normale un’informazione priva d’indipendenza intellettuale, assuefatta ai conflitti d’interesse.
Tutto questo ormai è una normalità: come può essere indipendente un giornale il cui proprietario ha i propri interessi fuori dal mondo editoriale? Le scelte di un giornalista dipendono sempre da chi ha in mano il giornale. L’informazione, di conseguenza, non sarà mai oggettiva. L’obiettività non esiste, ma è una meta che il giornalista serio deve tentare di raggiungere. L’Italia è consapevole della dipendenza dei giornali dal potere, da qui la crisi profonda nella carta stampata.
Le difficoltà economiche dei quotidiani riguardano solo gli affari degli uomini di potere che li gestiscono. I giornalisti perciò, si trovano nella condizione in cui senza risorse non possono portare avanti le loro inchieste, scovare notizie, elaborarle con attenzione e si affidano a padroni protettori. Ma questi tutelano sempre e solo i loro interessi e la carta stampata muore trascinando con sé i suoi giornalisti.

E’ possibile immaginare un futuro diverso su internet? Esistono professionisti con il gusto del rischio e della libertà d’informazione capaci di puntare su tale scommessa? Al momento anche sul web ci sono giornali con editori (?!?) che hanno sempre le mani in pasta nella politica e che non fanno altro che trasferire anche su internet lo stesso modus operandi della carta stampata. E i cittadini se ne accorgono, eccome se se ne accorgono!

Iacchite’, il nostro giornale, invece mira proprio a far finire questo stato di cose. A Cosenza è nata dal 9 settembre 2015 una nuova informazione: senza padroni, priva di conflitti d’interesse, indipendente e capace di autofinanziarsi attraverso la pubblicità nazionale ed internazionale proposta da Google (ché se ci affidavamo a quelle “locali” saremmo stati sempre sotto schiaffo dei soliti politici e dei soliti corrotti), per aprirsi verso un nuovo orizzonte di libertà e divenire riferimento fisso per chi vuole leggere senza alcun velo di censura o ricatto. Questo è e questo sarà Iacchite’.

L’idea di lanciare sul web Iacchite’ è di Gabriele Carchidi e Michele Santagata.
Iacchite’ si propone di denunciare tutto lo squallido sistema di corruzione che ammorba Cosenza e la Calabria ormai da troppo tempo. Siamo sotto attacco dei potenti (una cinquantina di denunce ed un tentativo di chiusura da parte della procura della Repubblica di Cosenza: record mondiale!!!) e cioè della malapolitica e della malagiustizia; i loro hacker ci attaccano periodicamente e i loro lecchini fanno di tutto per screditarci. Ma siamo ancora qui: il vostro potere non ci fa paura e la gente è dalla nostra parte. E ogni giorno che passa ci dà quel coraggio di cui abbiamo bisogno per andare avanti. Fino a dove non lo sappiamo ma certamente con l’obiettivo di dare fastidio a chi comanda. Sempre.