Cosenza 2016, avviso ai consiglieri uscenti: non chiedetemi voti (di Giorgio Durante)

Advertising

Ho deciso di rimettermi in gioco per tornare in Consiglio Comunale. Ti chiedo, con cortesia, di sostenermi e di darmi il tuo aiuto. Conto su di te, sui tuoi familiari, sui tuoi amici. Conto sulla tua amicizia, sul tuo affetto e sulla tua stima. Insieme possiamo farcela. Grazie di cuore e arrivederci a presto.

AVVISO ai consiglieri comunali uscenti. Ricevo messaggi di personaggi che hanno ricoperto il ruolo di consiglieri comunali che vorrebbero rimettersi in gioco.

A loro rivolgo alcune domande: per quale motivo dovrei sostenere un candidato che, eletto in una coalizione, si è reso partecipe di un ribaltone? Perché dovrei sostenere consiglieri che al di là della “mmasciata ” non sono stati in grado di sostenere battaglie civili vere, leggi vicenda Banca Brutia che ha bruciato 3/4 milioni di euro in città?

Ma il consiglio comunale non se n’è accorto, come non si è accorto di mille altre istanze civili, la sanità, le problematiche esattoriali che impoveriscono le famiglie, con Equitalia e le altre scatole cinesi riferibili a precise cosche politiche.

Nessuno dei consiglieri si è accorto che terreni espropriati per pubblica utilità sono stati poi rivenduti a gruppi imprenditoriali per costruire civili abitazioni ed uffici. I nostri eletti hanno fatto sì che molte istanze rimanessero senza risposta.

Il commercio ha lasciato l’area urbana, la movida anche, si continua imperterriti a cementificare: sempre meno cosentini sempre più cemento…

Si tagliano piante secolari per far posto a palazzi.

Egregi consiglieri uscenti, la prime delibere da fare dovevano essere consumo zero di territorio e misure per l’economia, ben vengano poi le opere pubbliche che in qualche modo abbiamo visto dopo un quinquennio precedente di nulla assoluto.

Allora, prima di chiedere voti fatevi un esame di coscienza: gli argomenti ve li ho dati. Astenetevi da messaggi imploranti. Rimettervi in gioco sarebbe puro masochismo.

Giorgio Durante