Cosenza 2016, Formisani dà lezioni a Ciuccione e Palla Palla: “La sanità si fa dal basso”

Advertising

“Sono veramente onorato di rappresentare questa lista, fatta da persone meravigliose che ogni giorno sono impegnate nel sociale. Persone da tenere assieme e che continueranno ad esserci anche dopo”.

Lo ha detto Valerio Formisani, candidato sindaco di Cosenza di Sinistra Alternativa, presentando la lista che lo sostiene.

Uno degli argomenti trattati, nel corso della presentazione, è stato quello del centro storico. “É stato progettato – ha detto Formisani – per l’uomo e non per le macchine. È la memoria storica, un borgo antico molto bello con secoli di storia che oggi vive però in uno stato di degrado. La nostra idea è di censire gli edifici pericolanti e se non è possibile recuperarli si devono abbattere, creando spazi nuovi”.

In merito al problema della disoccupazione, Formisani ha detto che “il Comune deve creare i presupposti per il lavoro dei giovani. Importante, in questo senso, é la presenza dell’universita. Chi produce i cervelli del futuro deve trovare il modo di mettere in moto un meccanismo affinché i neo laureati rimangano qui in modo da rilanciare la nostra terra”.

Immancabile un riferimento alla metropolitana leggera. “Così com’è pensata – ha sostenuto il candidato sindaco – la metropolitana non va bene, non è ecosostenibile”.

Infine un riferimento alla sanità: “Oliverio e Guccione dicono che il nuovo ospedale si farà. Lo studio di fattibilità è costato oltre un milione di euro. Noi diciamo, invece, che la sanità si fa dal basso. Io parlerei della salute dei cittadini, non solo delle strutture. Siamo favorevoli alla ristrutturazione dell’ospedale per i reparti in cui servono interventi. Ma l’ospedale è la parte terminale del percorso. La salute delle persone, in realtà, inizia prima”.

(ANSA)