Cosenza 2016, la provocazione di Nucci: “Ma il PD vuol far vincere Occhiuto?”

Advertising

COMUNICATO STAMPA

Sul metodo della scelta del candidato sindaco prendiamo atto e rispettiamo le dichiarazioni di tutti. In particolare la prospettazione di qualche giorno fa dell’on. Bevacqua è condivisibile. Sarebbe auspicabile individuare un candidato che abbia certe caratteristiche coerenti con il civismo, indipendenza, autorevolezza ed esperienza. Tanto che noi, insieme ad altri abbiamo già da tempo individuato un candidato rispondente – secondo noi – ai requisiti indicati dall’on. Bevacqua, presentandolo agli elettori in una manifestazione pubblica al cinema Modernissimo lo scorso 21 dicembre (Enzo Paolini, ndr).

Naturalmente auspichiamo che l’intero centrosinistra sia d’accordo ma non vogliamo imporre niente a nessuno. Né d’altra parte subiremo imposizioni. Per questo – e nella ipotesi che si individuino o si propongano altri nomi – siamo certi che si terranno le primarie, come è stato fatto in tutti i casi in cui si è dovuto scegliere, dal segretario PD, ai presidenti di regione, ai sindaci.

Peraltro, come si segnala ormai da più parti noi diciamo al PD che si sta perdendo tempo e ciò potrebbe essere alla fine l’ennesimo regalo del PD al centrodestra.

Le primarie sono nello statuto del PD, noi forze locali del centrosinistra le accettiamo, anzi le vogliamo, il segretario provinciale PD le chiede, due segretari di circolo PD le invocano, dieci consiglieri comunali le sollecitano, il sottosegretario all’economia Zanetti, nonché Segretario nazionale di Scelta Civica, ha detto che si devono fare e solo oggi oltre mille cittadini hanno firmato una petizione in tal senso per il segretario del PD.

Cosa si aspetta? Il PD ha paura delle primarie? Vuole imporre qualcuno alla città di Cosenza? Vuole far vincere il centrodestra?

Noi pensiamo e speriamo di no ma i fatti e la perdita di tempo fanno venire qualche pensiero.

Sergio Nucci

Coordinatore regionale Scelta Civica