Cosenza 2016, l’accordo tra Palla Palla e iGreco per Guccione

Advertising

Hanno fatto pace ormai da un po’. I potentissimi iGreco e Palla Palla hanno messo da parte le asce di guerra e le minacce semiserie di denunce per dare il via a una nuova fase di accordi sottobanco e sottotraccia, come nel loro vomitevole stile paramafioso.

L’accordo del momento non può che essere un accordo elettorale, alla faccia della coerenza.
E dicono che sia un accordo serio. Il gruppo dei cariatesi sosterrà Carlo Guccione attraverso  alcuni candidati al consiglio comunale scelti tra il numerosissimo personale in servizio nelle loro cliniche.
In cambio, il PD non darà il simbolo ad Alfonso Cosentino, impegnato nella battaglia di Cariati contro donna Filomena, la first lady, la sorella degli imprenditori che vuole diventare sindaco.
Sempre alla faccia della coerenza.
C’è in mezzo Olivierio a questo patto con la promessa di sostenere quel porco di Guccione a Cosenza.
E pazienza se Mario Occhiuto ha fatto diventare dirigente della Provincia la moglie del factotum del gruppo, Giovanni Pisani.

Quei furbacchioni de iGreco sono legati a filo doppio con Ferdinando Aiello ed Ernesto Carbone ma recitano alla Citrigno (non il cinema, l’usuraio). Fanno finta di diversificare il loro sostegno ma stavolta sono con Carletto.

Donna Filomena deve diventare sindaco e Palla Palla se ne frega del partito di Cariati.

Tutto questo, ovviamente, sulla carta. Poi, nei fatti, vedremo se alle parole si aggiungeranno i fatti. Non ci metteremo molto a capirlo. Basterà guardare le liste.