Cosenza 2016, le bugie del cazzaro smascherate da Fresca, Paolini e Nucci

Advertising

Abbiamo scritto più volte che non nutriamo nessuna stima di “politici” come Giulia (Giuda) Fresca, che saltano di palo in… frasca soltanto per i loro squallidi interessi e tornaconti personali.

Il tradimento della Fresca ad Occhiuto, poi, è diventato quasi una barzelletta, all’indomani dei “Sopralluogando” dell’ex pasionaria del cazzaro, che sono tuttora oggetto di scherno sul web.

Tuttavia, c’è da dire che qualche giorno fa la Fresca si è addirittura superata pubblicando nientemeno che una lettera nella quale, a giugno 2015, presentava le sue dimissioni (!!!) perché il sindaco non le dava conto delle sue intenzioni politico-amministrative.

La lettera, ovviamente, non ci  interessa neanche un po’ ma su qualche parola d’accompagnamento vale la pena soffermarsi un po’. Con una premessa: la Fresca, che evidentemente soffre perché i media o la ignorano o la irridono (come a tutti i traditori, del resto), si è “ribellata” guardando una trasmissione televisiva nella quale Occhiuto, come al solito, stava dispensando cazzate per rafforzare la sua istintiva natura di cazzaro.

“… In una trasmissione televisiva – scrive Giulia (Giuda) Fresca -, l’ex sindaco della città parla di “rotazione degli incarichi” per quanto riguarda gli affidamenti diretti ed i cottimi fiduciari…Mi sorprende il suo dire in quanto, nel tempo del mio ruolo amministrativo, mi è stato più volte confermato che NON ESISTE alcun elenco UFFICIALE delle ditte fiduciarie (a differenza di una short list per i tecnici) e dunque NESSUNA rotazione!

L’ex sindaco si è sempre rapportato direttamente con i dirigenti dei settori preposti ed alle mie ripetute richieste di confronti, affinchè potessi ottemperare agli obblighi del Testo Unico degli Enti Locali in merito alla sovrintendenza, dei diversi lavori previsti, si è sempre defilato. Ciò mi indusse, da subito, a mettere “nero su bianco”!
Le continue rassicurazioni successivamente sopravvenute in merito ad una trasparenza delle attività in essere (che non sono mai divenute realtà) e la mia testardaggine nel voler comunque tentare a modificare il sistema per il bene della città, mi hanno indotta a rimanere, ingoiando rospi nella totale solitudine, come nel caso della richiesta di ritiro della delibera di giunta sulla prosecuzione dei lavori di Corso Mazzini dietro forte sollecito, nei miei riguardi, da parte dell’ex consigliere comunale Marco Ambrogio…”. 

Fin qui la Fresca e i suoi trenta danari, che lei maschera con “rospi” e “solitudine”, la quale comunque assesta un bel fendente al suo ex pigmalione. Non che ci dica novità clamorose, tutt’altro, ma non è male sputtanare un uomo (?!?) pieno e tronfio di se come il cazzaro.

Per dovere di cronaca, ricordiamo che, sempre nell’ambito della stessa trasmissione, Occhiuto ha raccolto tempesta anche da Enzo Paolini, che ha diffuso una nota.

“… In merito alle dichiarazioni rilasciate dall’architetto Mario Occhiuto nel corso della trasmissione televisiva Direttamente (Ten – giovedì 12 maggio 2016), sugli affidamenti dei cottimi fiduciari alle ditte private e sulle connesse responsabilità dei dirigenti comunali, con i colleghi ex consiglieri comunali Giovanni Cipparrone, Giovanni Perri, Roberto Sacco, Sergio Nucci e Giuseppe Mazzuca confermiamo quello che abbiamo sempre detto, e cioè di non avere mai ricevuto né dal sindaco né dagli uffici competenti la documentazione richiesta nonostante le ripetute interrogazioni e richieste di chiarimenti.
Tanto non per polemica ma per il rispetto che si deve alla verità”.

Il cerchio si chiude con il lungo elenco di interrogazioni presentate da Sergio Nucci alle quali Occhiuto non ha mai dato nessuna risposta. 

1 – 06.09.2011 – Controllo traffico scuole cittadine
2 – 09.09.2011 – Situazione debitoria del Comune
3 – 26.09.2011 – Riconversione Bocciodromo Comunale
4 – 20.10.2011 – Reale consistenza dei residui attivi
5 – 24.10.2011 – Manutenzione impianti semaforici
6 – 23.05.2013 – Gestione impianti sportivi
7 – 01.07.2013 – Installazione distributori alimenti
8 – 07.08.2013 – Vacanze cosentine per l’assessore Hauser
9 – 19.08.2013 – Nolo attrezzature Lungofiume Boulevard
10 – 18.09.2013 – Anticipo sui debiti fuori bilancio
11 – 10-10.2013 – Autorizzazione lavori Piazza Fera-Bilotti
12 – 16-10.2013 – Sospensione componente commissione Piazza Fera-Bilotti
13 – 17-10.2013 – Pericolosità rotonda viale Cosmai
14 – 09.12.2013 – Legittimità pagamenti parcheggio piazza Fera-Bilotti
15 – 12.12.2013 – Debiti verso Regione Calabria smaltimento rifiuti
16 – 16.01.2014 – Accorpamento Istituto “Tommasi”
17 – 17.02.2014 – Realizzazione sito stoccaggio rifiuti
18 – 27.02.2014 – Elettrosmog in via G. Russo
19 – 10.05.2014 – Diritti per riproduzione opere MAB
20 – 13.05.2014 – Osservanza clausole contrattuali Museo all’aperto
21 – 20.05.2014 – Degrado nelle cappelle del cimitero
22 – 22.05.2014 – Lavori dissesto idrogeologico colle Mussano
23 – 29.05.2014 – Approvazione studio fattibilità collettamento e depurazione fogne
24 – 07.06.2014 – Risoluzione problematiche c.da Guarassano
25 – 10.06.2014 – Modalità d’accesso Citta dei Ragazzi
26 – 23.10.2014 – Riserve Concessionario su Piazza Bilotti
27 – 27.11.2015 – Incarichi progettisti Palazzo Ferrari
28 – 20.01.2015 – Mancata manutenzione Enel Sole
29 – 28.01.2015 – Completamento sagrato Santa Teresa
30 – 16.02.2015 – Problematiche parcheggio piazza Bilotti-Fera
31 – 08.04.2015 – Proroga concessione parcheggio piazza Bilotti
32 – 16.06.2015 – Difetti nel calcestruzzo della palificazione
33 – 28.07.2015 – Carenza idrica nel centro storico
34 – 18.09.2015 – Problematiche interne ad Ecologia Oggi