Cosenza 2016, oggi la decisione definitiva su “Cosenza Popolare” e “Orgoglio Brutio”

Advertising

La commissione elettorale comunale di Cosenza, al lavoro da ieri mattina per valutare l’ammissibilità delle 32 liste per le elezioni amministrative, sarebbe orientata a respingere due liste.

Si tratta di ‘Cosenza Popolare’, espressione del Nuovo Centrodestra, che appoggia la candidatura a sindaco di Cosenza di Enzo Paolini del Pse, e di ‘Orgoglio Brutio’, che sostiene la candidatura a sindaco di Carlo Guccione del Partito Democratico.

In particolare per ‘Cosenza Popolare’ i responsabili della lista avrebbero fatto firmare agli aspiranti consiglieri comunali l’atto di accettazione della candidatura su moduli del 2011 che non contemplano le prescrizioni della legge Severino in materia di incandidabilità.

I responsabili della lista stanno valutando di presentare un eventuale ricorso.

“Abbiamo chiesto al Prefetto ed al Presidente della commissione elettorale – hanno affermato i responsabili della lista – un incontro chiarificatore per evitare che in presenza di un vizio meramente formale si potesse privare una consistente parte della cittadinanza  del diritto di partecipazione e di voto. Nell’incontro con la commissione elettorale abbiamo depositato una integrazione documentale atta a superare qualsivoglia contestazione sulla irregolarità suddetta”.

Per quanto riguarda “Orgoglio Brutio” la commissione ha deciso di escludere la lista perchè i rappresentanti hanno presentato alcuni documenti oltre il termine stabilito dalla legge.

La decisione definitiva della commissione sarà resa nota questa mattina in occasione della notifica degli atti ai responsabili delle liste.