Cosenza Calcio, caccia al nuovo diesse: piace Trinchera, ex Lecce e Francavilla

Calabro e Trinchera
Advertising

Neanche il tempo di smaltire la delusione che bisogna guardare avanti. Il Cosenza appena eliminato (a testa alta) dai playoff per la Serie B volta pagina e per il presidente Guarascio si ripropone il solito dilemma: spendere il solito milione di euro per mantenere la categoria (e l’appalto dei rifiuti) o alzare la posta per provare ad andare nel calcio che conta?

Il dilemma ormai va avanti dall’anno di grazia 2014-15, il primo del Cosenza di Guarascio in Lega Pro. Un decimo posto con vittoria della Coppa Italia, un quinto posto e adesso i quarti di finale dei playoff. Se il tutto fosse stato frutto di una programmazione a lungo termine non ci sarebbe stato niente da dire, ma il problema principale è che dal 2014 ad oggi il patron ha cambiato tre direttori sportivi (Meluso, Cerri e Valoti) e adesso si appresta a cercare il quarto. Parola d’ordine: non sforare il fatidico milione e far quadrare i conti. Anche se il tifoso spera sempre che la realtà sia diversa o che magari il patron “impazzisca” o più semplicemente che una buona dose di fortuna faccia il “miracolo”. Ma in questo calcio moderno ormai se non scuci i quattrini, i “miracoli” non avvengono più.

Ed eccoci alle indiscrezioni sul nuovo direttore sportivo. Valoti, come ampiamente anticipato, se ne torna vicino casa, al Sud Tirol e Guarascio sta valutando – come si fa sapere dal suo entourage – almeno sei profili.

Il più corteggiato è Stefano Trinchera, giovane diesse che ha appena lasciato la Virtus Francavilla, artefice dell’ottimo campionato della matricola pugliese, che al primo anno di Lega Pro si è qualificata ai playoff per la Serie B classificandosi al 5° posto (e quindi prima del Cosenza), eliminando il Fondi al primo turno prima di cadere contro il fortissimo Livorno negli ottavi di finale.

Trinchera – che nel 2015-16 ha lavorato a Lecce, dove ha anche avuto un passato da calciatore – potrebbe portare con se anche l’allenatore Calabro.

Ma Guarascio ha anche altre trattative in caldo, una fra le quali con il diesse della Reggina Gabriele Martino, che ha rotto con il patron Praticò.