Cosenza Calcio: Guarascio, ma cosa ti abbiamo fatto di male?

Advertising

di Piero Scalzo

Caro Presidente ti scrivo, così mi distraggo un po’… Ma siccome sei molto cattivo, più forte ti scriverò… Da quando sei arrivato, la tua faccia non mi è mai piaciuta (sei più bello visto da dietro, pensa un po’!)… eppure, eri tu che cacciavi la pila (così si dice in gergo), e allora bisognava abbozzare…

Sappiamo tutti perché sei lì a governare le sorti del Cosenza Calcio…d’accordo, il sindaco ti ha ordinato di non far morire lo sport più seguito dai cosentini se volevi vincere l’appalto sulla raccolta dei rifiuti… Ma tu hai giocato sporco, proprio come la spazzatura che tratti… Spiegaci, perché non hai dato ascolto a un campione nostrano, che tutto il mondo ci invidiava, che ti dava consigli su come fare calcio a Cosenza, parlo di un certo Stefano Fiore…

Spiegaci perché hai fatto scappare un altro cosentino verace che è stato una colonna degli anni d’oro e che ha il sangue rossoblù, parlo di un certo Ciccio Marino… Spiegaci perché l’ennesimo direttore sportivo, dotato di buone capacità, anch’egli cosentino guarda caso, non è riuscito ad avere continuità vicino a te ed è volato via come il progetto che stava nascendo di programmare il futuro, parlo di un certo Mauro Meluso…

Spiegaci perché non vuoi far emergere giovani cosentini sia come allenatori che come calciatori… Spiegaci perché non sei riuscito ad innamorarti di una tifoseria che quando ha voluto, è stata in grado di farti capire le sue potenzialità… Spiegaci perchè continui a far fare figure di merda a questa città… Cosa ti abbiamo fatto di male ???

Eppure ieri, era la giornata ideale per riappacificarci, c’erano tutti i buoni propositi, avevi dato un timido segno di riscossa mercoledì, quasi a voler dire : da oggi si cambia rotta, si farà sul serio, andiamo a riprenderci il posto che ci compete ed affrontiamo i play off da protagonisti !!!. Ma che scemo che sono ad averci creduto, ad essermi illuso !!!

Tu non cambierai mai, sei così spocchioso nei nostri confronti perché ti approfitti del fatto che veniamo da 10 anni di fallimento… e solo perché in era di crisi, non abbiamo punti di penalizzazione e paghi puntuali gli stipendi, pretendi di essere osannato come un Dio.. Sai che ti dico??? Me ne frego della tua mediocre mentalità di vivere alla giornata senza nessuna emozione. Il tifo è passione, e da passionale voglio provare a vincere i campionati anche con il rischio di sprofondare nuovamente in serie D (dove, a dire il vero, mi divertivo di più nel vedere le partite). Ora, se proprio vuoi uscirtene da vincitore, perché, a parte la coppa Italia dei poveri non hai vinto un kaiser in quanto sempre ripescato, puoi uscire allo scoperto e dire alla città : “Cari cosentini, devo ammettere che il mio progetto ambizioso e di vertice per riportare il calcio che conta a Cosenza, è fallito. Pertanto, chiunque sia interessato alle sorti di questa società, vi comunico che sono pronto a lasciare il trono. Certo di fare cosa gradita ai più, ringrazio quelli che mi hanno sempre leccato”. FORZA LUPI…