Cosenza Calcio, molti rifiuti per la panchina: incontri con Torrente, Diana e Pancaro

Il diesse Trinchera
Advertising

Cercasi nuovo allenatore in casa Cosenza. Dopo le valutazioni sui nomi fatti ieri, il presidente Guarascio e il direttore sportivo Trinchera hanno dovuto prendere atto dei rifiuti di Piero Braglia e Luca D’Angelo, che sarebbero state le prime scelte. Entrambi stanno attendendo di potersi sedere sulla panchina di una società più prestigiosa.

Il ds Trinchera ha incontrato allora Aimo Diana, il quale non ha certo un currriculum di prima grandezza e in particolare è reduce da una rovinosa esperienza a Melfi dov’è stato esonerato dopo 10 sconfitte consecutive. Prima aveva allenato il Feralpisalò, giungendo ottavo nel girone A nel 2014-15. Poi era rimasto fermo due anni prima di approdare a Melfi.

Secondo il sito di Gianluca Di Marzio, Trinchera vedrà anche Vincenzo Torrente, allenatore di sicuro affidamento e con un curriculum che parla di una promozione in Serie B con il Gubbio e di esperienze con luci e ombre in piazze come Cremona, Bari, Salerno e Vicenza.

Non solo: è previsto un altro incontro anche con Pippo Pancaro, acrese doc, ex calciatore di ottimo livello (Torino e Lazio) ma con esperienze poco positive con Juve Stabia e Catania.