Cosenza, il cerchio magico non si ferma mai: una determina ad hoc per gli imprevisti della signora Carratelli

Advertising

Al Comune di Cosenza agli amici degli amici è riservato un trattamento a dir poco speciale perché far parte del “cerchio magico” del sindaco cazzaro deve avere i suoi privilegi, altrimenti che cerchio magico è?

E allora, di tutta fretta, poche ore fa, è stata diffusa una determinazione dirigenziale con la quale si integra una parcella a favore di Laura Carratelli, sorella di Benedetto e Nicola, i legali di fiducia di Occhiuto, già beneficiati con centinaia di migliaia di euro ogni anno per incarichi esterni che non avrebbero motivo di essere e di esistere ma evidentemente “devono” essere liquidati allo studio legale più influente e potente per questi quattro truffatori di Palazzo dei Bruzi.

La signora Laura Carratelli – recita la determina – è stata autorizzata a difendere il Comune nel giudizio proposto da Giampiero Scaramuzzo, ex comandante dei vigili urbani, per una causa civile. Il tutto si riferiva al 2014 e per la signora Carratelli era stata prevista una parcella di 5mila euro, giusto per gradire. Ma con successiva determinazione dirigenziale del mese di luglio scorso, tuttavia, per la dolce signora Carratelli la parcella è cresciuta di 1.344 euro per spese non calcolate e, di conseguenza, il “disturbo” della figlia di don Peppino nonché sorella di Benedetto e Nicola, è lievitato a 6.344 euro e pertanto – recita sempre la determina – è assolutamente necessario regolarizzare il pagamento della somma, tra l’altro già fatturata elettronicamente.

Della serie: fermi tutti, a Cosenza possiamo avere mille emergenze, mille guai e mille imprevisti ma la priorità numero uno è pagare la parcella alla illustre rappresentante della dinastia Carratelli: ecchecos’è? Un po’ di rispetto per chi “lavora” dalla mattina alla notte per il bene della comunità cosentina!