Cosenza, chi è Loredana Pastore: la “pasionaria” del cerchio magico di Occhiuto

In attesa di avere maggiori ragguagli sulla clamorosa lite di ieri sera a Palazzo dei Bruzi tra l’assessore Loredana Pastore e il consigliere Francesco De Cicco, proviamo a capire meglio chi è questa signora, improvvisamente balzata alla ribalta delle cronache politiche un anno e mezzo fa.
Nata in Canada, 48 anni, pare che sia impiegata in un ente pubblico ma con qualifiche non direttive e possiede la licenza media superiore.
Il 20 maggio del 2015 il sindaco Occhiuto l’ha nominata assessore al posto di Domenico Luciani (l’assessore in quota Bartolomeo&Falbo) con deleghe alla “Crescita Economica Urbana; Attività produttive, fiere e mercati (escluse le manifestazioni a prevalente carattere socio-artistico-culturale, quali Lungofiume Boulevard, Invasioni, Buone Feste Cosentine, ed altre)”.
In sostanza, otto/nove mesi di assessorato, considerando che a febbraio Occhiuto è decaduto e si è insediato il commissario.
Ma il sindaco ci ha tenuto a farla candidare nelle sue liste e la signora Pastore ha ottenuto un risultato di tutto rispetto: 412 voti. Quanto basta per riconfermarla assessore, togliendo il posto a tanti altri pretendenti, tra i quali naturalmente anche De Cicco.
loredana-pastore
“Il mio “debutto” da assessore alla crescita economica urbana – ha dichiarato la Pastore quando ha presentato la sua candidatura – è coinciso con due importanti manifestazioni : la Sagra dell’Uva ( “Sapori d’autunno”) e l’edizione 2015 della Festa del Cioccolato. Manifestazioni già collaudate che hanno richiamato tantissima gente e che hanno dato ossigeno a molte aziende in una realtà economica alquanto asfittica per gli effetti della crisi.
Siamo intervenuti poi per far ripartire l’esperienza dei temporary store nel centro storico con l’apertura di una serie di botteghe artigiane che racchiudono le tipicità, la tradizione e la storia della nostra Calabria e che trovano, nella parte antica di Cosenza, un approdo quasi naturale”.
Tradotto in soldoni, praticamente NULLA.
La Pastore, tuttavia, ci ha preso gusto ed eccola nel “cerchio magico” di Occhiuto ma attaccata e criticata per la sua assoluta pochezza ed inconsistenza.
A quanto pare, tuttavia, questa signora quasi cinquantenne (ma non li dimostra) è dotata di una grande grinta ed aggressività e non ha paura di confrontarsi con “veterani” della politica come lo stesso De Cicco e tutti gli altri.
Sono in molti ad affermare, inoltre, che la signora in questione è molto trasversale ed è particolarmente gradita anche al clan di Madame Fifì.
Dev’essere per questo che ieri su FB un fake notoriamente vicino al PD ha diffuso un post che sembrava scritto proprio da lei e che, comunque, è molto verosimile, ci mancherebbe altro.

Ecco i motivi per cui dissentono:

Uno lo fa perchè non gli è stato dato il posto alla fidanzata
Un altro lo fa perchè vuole sistemato il figlio
Un altro ancora lo fa perchè gli manca lo stipendio di assessore
Un altro lo fa perchè vorrebbe candidarsi a consigliere provinciale
Infine, l’altro è arrabbiato perchè alle ultime decisioni politiche di partito lo hanno scaricato.
Questa è la politica dei 5 dissidenti di Occhiuto.

Advertising

Il sesto motivo, che il fake ovviamente si è “dimenticato”, riguarda la posizione della signora Pastore. Bene, oggi più che mai Loredana Pastore incarna la figura della “pasionaria” del cerchio magico del cazzaro.

Complimenti!