Cosenza, chi glielo dice a De Cicco che Cipparrone è (ufficialmente) in maggioranza?

Advertising

Era il 2 settembre quando Giovanni Cipparrone, compiendo il fatidico salto della quaglia, è stato eletto presidente della Commissione Controllo e Garanzia a Palazzo dei Bruzi grazie al voto determinante della maggioranza.

Era già chiaro a tutti che Cipparrone, dopo anni di “fiera” opposizione e dopo aver firmato la sfiducia ad Occhiuto, aveva rinunciato a continuare la guerra al cazzaro. Ma se proprio mancava l’ufficialità, ecco che, puntualissima, è arrivata oggi. Con tanto di fotografia e di comunicato firmato dal portavoce del sindaco.

“Un incontro costruttivo che apre una nuova fase di collaborazione oltre qualsiasi divisione ideologica, grazie, soprattutto, al dialogo e all’apertura che appartengono al sindaco Mario Occhiuto”. Così, questa mattina, i due consiglieri comunali dell’opposizione Giovanni Cipparrone e Francesca Malizia a conclusione di un incontro che avevano richiesto con il primo cittadino.

Ecco, questo è il passaggio che sancisce ufficialmente l’addio all’opposizione sia per Cipparrone che per Francesca Malizia, eletta nella lista “Cosenza Popolare”, quella del Cinghiale tanto per capirci.

Ma se la Malizia è una consigliera alla prima esperienza e avrà tempo di capire chi è veramente la “maschera” alla quale ha dato la mano stamattina, Cipparrone ormai è un veterano e speriamo vivamente per lui che sappia difendersi quando arriverà il momento.

Occhiuto, dunque, para i colpi e contiene le possibili crepe nella maggioranza all’indomani della nomina della sorella di Jole Santelli nel suo staff che ha determinato la dura reazione dei consiglieri Francesco Spadafora e Davide Bruno.

Oggi, però, il nostro pensiero ritorna al grande rivale di Cipparrone ovvero il suo vicino di quartiere (via Popilia) Francesco De Cicco, ex assessore, che nonostante abbia portato una vagonata di voti ad Occhiuto si è visto riconoscere solo la presidenza di una Commissione.

Già il 2 settembre scorso De Cicco non l’aveva presa per niente bene.

“Con oggi posso dire che la politica è una merda, fatta di gente di merda senza coerenza, dignità e cuore. Sono sdegnato di far parte di una maggioranza senza valori e senza palle.
Non è una questione personale, però tre consiglieri di maggioranza che votano alla Commissione Controllo e Garanzia un consigliere che ci ha sfiduciato 5 mesi fa, e procurato imbrogli e raggiri non mi pare una cosa normale…
Io proprio non lo accetto, questa deve essere una Commissione che democraticamente viene scelta dalla minoranza.
Noi di maggioranza non dovevamo intervenire per coerenza, correttezza e rispetto.
Ma tanto VOI queste tre parole le sapete solo SCRIVERE “. 

Successivamente, in qualche modo, Occhiuto e i suoi fedelissimi lo avevano tranqulilizzato ma oggi, con la fotografia scattata nella stanza del sindaco, con Cipparrone che ammicca sornione e con il comunicato ufficiale del portavoce del sindaco, chi avrà il coraggio di affrontare il buon De Cicco e dirgli che il suo rivale ormai è un suo “compagno” di maggioranza?

Noi, al posto di Occhiuto, manderemmo un buon incassatore. Non si sa mai…