Cosenza, per il dopo Cirò Occhiuto sceglie Roberto Albano

Roberto Ermanno Albano

Mario Occhiuto ha nominato il successore di Giuseppe Cirò. Il prescelto è uno degli uomini più fidati del sindaco, Roberto Ermanno Albano, sindaco di Rota Greca, già capo della sua segreteria alla Provincia, che segue così di pochi mesi Giovanni De Rose e Giuseppe Nardi, che dal centro storico si sono spostati, quasi come su un taxi, a Palazzo dei Bruzi.

Ma vediamo chi è Roberto Ermanno Albano.

Con decreto numero 15 del 23 ottobre 2014 Mario Occhiuto nomina capo della sua segreteria alla Provincia il signor Roberto Ermanno Albano per la “modica” cifra di € 25.000 (venticinquemila) lordi annui.

TENNulla di male. Il signor Albano (che non è parente del cantante e, purtroppo, neanche di Romina…), diplomato ragioniere, è stato a lungo l’amministratore di TEN (Teleuropa Network), insomma la televisione di famiglia di Mario il cazzaro. E Albano (senza Romina) era quello che procedeva ai pagamenti con assegni post-datati e agli incassi. E a tutti gli artifici contabili necessari per far quadrare i conti.

E non solo: il ragioniere Albano era già diventato da tempo sindaco di Rota Greca (è addirittura al secondo mandato!), roccaforte dei cazzari, pardon degli Occhiuto.
E’ persona di fiducia e per il suo capo farebbe tutto … e anche di più.

tucciE per dimostrare la sua riconoscenza al sindaco-presidente, il buon Albano gli fa un regalino. O meglio lo fa al nipote del sindaco (il figlio della sorella), l’ingegnere Mirko Tucci, che viene chiamato a tempo determinato (un anno, ma ampiamente rinnovabile) al comune di Rota Greca. Dove, a quanto pare, svolge diverse funzioni. Non solo istruttore tecnico direttivo, incarico per il quale è stato assunto ma anche responsabile dell’ufficio tecnico…

mario occhiuto copertina

E che cosa ti fa il “pargoletto” della sorella degli Occhiuto? In perfetto stile Kazzenger (è bello ogni tanto citare anche il Maestro Crozza) “nomina/determina” la ditta amica di turno.

A Rota Greca, mesi fa, è stata portata a compimento una notevole opera pubblica. Si tratta del rifacimento di una fondamentale arteria viaria. L’intervento in oggetto, denominato in ogni dove con il progetto ”Ripristino strada comunale Summico” , rappresenta il volano per le attività agricole del luogo, considerato che collega Rota Greca ad altri due comuni limitrofi.

Analizziamo nei dettagli la parte piccante della questione. Il responsabile del settore tecnico, Mirko Tucci appunto, con determina n. 43 del 16/07/2015, avviava l’iter di una pseudo-gara per l’intervento in oggetto mediante procedura finalizzata ad affidamento diretto senza pubblicazione di bando.

Successivamente designava l’impresa “MIRABELLI GIANFRANCO IMPRESA EDILE” con sede Rende (CS) alla via Marconi n.85, UNICA partecipante NONCHE’ MIGLIORE OFFERENTE per la modica cifra di euro 113.739,60 oltre IVA.

Infine il nipote di Occhiuto, Responsabile unico del progetto, con DETERMINAZIONE n.58 del 20/08/2015…

dtttyUn metodo assai conosciuto a Palazzo dei Bruzi. L’impresa edile sita in Quattromiglia di RENDE a cui fa capo tale Mirabelli Gianfranco, è la stessa che si è “aggiudicata”, per volontà del cazzaro, i lavori relativi alla riqualificazione di piazza Santa Teresa e piazza XXV Luglio a COSENZA.

Il cerchio si chiude, ovviamente, con le elezioni di Cosenza. Il contributo di Albano alla baracca si concretizza con la candidatura nella lista “I Moderati” della moglie di Albano (non è Romina), tale Giuseppina De Fiore. In attesa dell’auspicato ritorno in segreteria, arrivato in effetti con un po’ di ritardo, considerando che la decadenza di Occhiuto da presidente della Provincia aveva determinato la fine dell’incarico per i clientes del cazzaro tra i quali il nuovo capo segreteria.

Albano è l’uomo del quale attualmente Occhiuto si fida di più. Su questo non ci piove e ha già dimostrato ampiamente e in più situazioni scabrose di essere affidabile. Vedremo se questa mossa gli porterà fortuna.

Nel frattempo, scegliete voi se questa è corruzione elettorale o clientelismo o interesse privato o malapolitica… Tutto in rigoroso stile Occhiuto.