Cosenza: Conticchio, Spagnuolo e la legalità di facciata

Advertising

Il problema adesso a Cosenza, per la procura e la questura, è qualche spinello nelle scuole. In questa città ci sono problemi enormi: le scuole sono inagibili, si rende pubblico dopo anni, nella città della corruzione, il voto di scambio alle elezioni, il piacere è prassi quotidiana per avere garantito un diritto, i giovani scappano per trovare un futuro migliore.

In questa città, a pochi mesi dalla morte di tre persone nel centro storico. uno sciacallo chiamato Bilotti rivendica un patrimonio fasullo, il tribunale emette sentenze farlocche contro i vertici politici dell‘Aterp, si muore nelle corsie di ospedale e il vero problema è la cocaina con intere generazioni che si stanno rovinando. Tutto questo per le istituzioni preposte al controllo non esiste. Il problema principale per loro sono gli spinelli.

Ecco, in questo drammatico quadro, Conticchio e Spagnuolo mettono in campo una legalità di facciata, farlocca, cieca. E’ chiaro che si  vogliono chiudere gli occhi di fronte all’evidenza, di fronte ad un sistema chiaro che ormai tutti hanno capito. E verso il quale nessuno muove un dito.
Cosenza ribellati, basta con il fumo negli occhi dei soliti farlocchi paladini della legalità.

Ferdinando Gentile