Cosenza da sballo: quello che devi sapere sulla pezzata (coca)

Advertising

Tra qualche ora inizierà, come di consueto, il sabato sera cittadino. Migliaia di giovani e non si riverseranno per le strade della città in cerca di pub, disco, locali, e tutto quella che generalmente si frequenta in questa occasione.

Si sa che il sabato sera è dedicato ai bagordi. Ma bisogna anche sapere a cosa si va incontro. Specie quando si usano sostanze potenzialmente dannose e pericolose per il nostro organismo come le droghe pesanti, o sintetiche. Per non parlare dell’abuso dell’alcool, la peggiore tra le droghe.

Bisognerebbe evitare di prendere qualsiasi droga, ma chi decide di farlo è meglio che sappia che solo un uso consapevole può, quantomeno, prevenire danni, in alcuni casi, irreversibili. Con le droghe non si scherza. Specie con quelle che portano alla dipendenza. Una schiavitù da cui è difficile poi liberarsi. Meglio non cedere o cadere in facili sballi. Fate attenzione, e per quel che potete, tenetevi lontano dai venditori di morte.

A Cosenza, come in tante altre città italiane, tra le droghe più consumate c’è di sicuro la coca, altrimenti detta “pezzata”.

Di seguito quello che ti serve sapere sulla coca.

Tutti sappiamo che la cocaina fa molto male: è un potente eccitante del sistema nervoso che dà in breve tempo una forte dipendenza. Il suo consumo danneggia cuore, cervello e altri organi e gli esiti finali sono spesso mortali.

La cocaina raramente viene venduta pura, è sempre mischiata con altre sostanze in un’operazione detta “taglio”. La motivazione è di natura economica: la sostanza di taglio vale molto di meno della cocaina pura e quindi a parità di peso fa guadagnare di più.

Ci sono tre gruppi principali di sostanze da taglio per la cocaina.

Sostanze neutre o inerti: sostanze che servono ad aumentare il volume

Sostanze attive: che hanno effetti psicoattivi simili a quelli della cocaina

Sostanze cosmetiche: che simulano alcuni effetti collaterali della cocaina.

Le sostanze più conosciute per tagliare la cocaina sono zuccheri, creatina e mannite (abbastanza inerti), ma anche caffeina, lidocaina e benzocaina (che simulano gli effetti eccitanti della cocaina) o efedrina.

La lidocaina e la benzocaina sono due sostanze utilizzate come anestetico locale e come anti-infiammatorio per la pelle. Hanno un effetto anestetizzante anche sulle mucose nasali e per questo, almeno in parte, replicano l’effetto tipico della cocaina sulle narici e sulla lingua. È una sostanza molto facile da reperire, acquistabile senza ricetta e che nella sua versione in polvere è anche somigliante sul piano estetico.

L’efredina è un farmaco stimolante, che causa inappetenza. Si tratta di una sostanza che un tempo era utilizzata nell’ambito del doping sportivo.

Ma la coca viene tagliata anche con altre sostanze, infatti in molti “aggiungono” anfetamine di diverso genere, che essendo di sintesi, cioè prodotte in laboratorio, sono incredibilmente meno care da produrre, rispetto alla cocaina, e possono essere aggiunte anche nell’ultimo tratto della distribuzione della cocaina. E capita spesso che ti “rifilano” al posto della pezzata, solo roba chimica altamente pericolosa.

Insomma, oltre ai rischi connaturati all’uso della coca in se, bisogna aggiungere i danni e rischi che queste sostanze possono provocare.

Dunque, non esiste in commercio la cosiddetta coca pura, ma solo quella tagliata. In una percentuale che generalmente varia dal 40 al 50% di purezza

Ma quanto costa sul mercato oggi la coca?

I costi della cocaina variano di nazione in nazione, di città in città. La cocaina può costare un dollaro al grammo nel suo paese di origine (Colombia e Bolivia) e il prezzo raddoppiare ad ogni dogana superata. Secondo recenti stime, in Italia, il costo medio della cocaina al grammo si aggira intorno ai 65 euro al consumatore, mentre un Kg all’ingrosso si aggira intorno ai 35mila euro. Poi si può trovare anche a 50  euro al grammo, anche meno, ma naturalmente parliamo di “coca” tagliata al 70% con chissà che cosa. Un prodotto da cui stare alla larga.

A Cosenza stasera si consumerà molta pezzata, state attenti a quel che fate, e a quel che comprate, non esagerate, perché oltre a fare male è anche costosa. E se potete riponete i pippotti che questa strada non porta da nessuna parte. Solo guai e infelicità.